SERENA: “LA SCONFITTA E’ STATA UNA VITTORIA”

La Williams presenta la sua collezione di moda e sminuisce l’eliminazione dagli Us Open
giovedì, 17 Settembre 2015

Tennis – Non esiste solo un campo rettangolare, una racchetta e una pallina da colpire nel modo più violento ed efficace possibile. E’ quello che deve aver pensato Serena Williams che, pochi giorni dopo la débacle più clamorosa della sua vita contro Roberta Vinci, si è gettata anima e – sarebbe il caso di dire – soprattutto corpo… nella moda.

Un modo colorato ed esuberante di affogare gli ultimi – e se si valuta l’anno anche i primi – dispiaceri procurati dall’amato tennis. Sì perché martedì sempre a New York ma questa volta lontano dai riflettori di Flushing Meadows, sotto altre più amichevoli luci, hanno debuttato in passerella i modelli della sua collezione, appartenenti all’etichetta “Serena Williams signature statement”.

Qualche giornale americano non si è lasciato scappare l’occasione per lanciare più di una sottile frecciatina riguardo al fatto che l’impegno dell’attuale numero 1 al mondo nel campo della moda con la sua griffe possa avere distratta la campionessa dall’ambito traguardo del Grande slam che le è sfuggito di mano beffardamente a pochi passi dallo striscione d’arrivo. Beffa consumata ad opera della Vinci in grado nella semifinale degli Us Open, con pronostico e pubblico contrari, di portare nel finale almeno quest’ultimo dalla sua parte. Impresa non riuscita, ad esempio, a un beniamino del pubblico di ogni latitudine come Novak Djokovic nel match vinto contro Roger Federer.

Tra modelle che vestivano i suoi abiti fatti di pelle, frange e vistosi cappelli, musiche e la presenza del compagno, il rapper Drake, e la direttrice di Vogue, Anna Wintour, la Williams in versione stilista non è stata risparmiata dalle ennesime domande dei giornalisti circa la sua sconfitta agli US Open.

Sorprendente la risposta ma in linea con le dichiarazioni tese a sminuire la grande delusione patita, perché la dominatrice del tennis femminile ha addirittura definito una vittoria la sua sconfitta. “Sto bene – ha replicato – Per me non è stata una sconfitta, è stata una vittoria. Non mi aspettavo di arrivare fin lì ed è stato un match duro, perciò va bene”.

Una valutazione dell’incidente di percorso avvenuto nell’ultimo Slam poco obiettivo e difficile da credere, ma del resto che cosa ci si doveva aspettare? Un’ulteriore autoflagellazione, dopo la già spaventosa ansia da prestazione che ha accompagnato gli ultimi mesi di Serena e che probabilmente è la vera causa del sogno infranto di replicare 27 anni dopo l’impresa di Steffi Graff?


Nessun Commento per “SERENA: “LA SCONFITTA E’ STATA UNA VITTORIA””


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • SERENA CONFERMA IL PRIMATO, BEST RANKING PER LA VINCI Dopo il successo a Miami, la Williams stacca di 1000 punti l’inseguitrice Sharapova. Roberta Vinci raggiunge la posizione numero 13.
  • SERENA ABBATTE LA VINCI Poco da fare per Roberta Vinci, che nel al 3° turno del WTA di Miami soccombe senza attenuanti 6-2 6-1 contro la ritrovata Serena Williams
  • WTA, IL PAGELLONE FINALE Un altro, intenso anno di tennis volge al termine. Tennis.it mette i voti di fine stagione alle stelle della Wta e sancisce promozioni e bocciature
  • US OPEN: SARÀ UN ALTRO PAZZO SLAM? TENNIS - Wimbledon è stato il più pazzo slam degli ultimi anni, dove ogni gerarchia è stata vanificata a beneficio di grandi sorprese. Anche sul cemento degli Us Open ci sarà spazio per […]
  • LO SPETTACOLO DEGLI OTTAVI DI FINALE TENNIS – Agli Internazionali Bnl d’Italia è tempo di terzo turno. Otto partite maschili e otto femminili, con in campo tutti i migliori tennisti al mondo. Probabilmente domani sarà la […]
  • RANKING WTA: AZARENKA TORNA SECONDA, ROBERTA VINCI AL NUMERO 11 Tennis, Ranking WTA – All’indomani dell’ultima giornata del Roland Garros qualche cambiamento sostanziale nella classifica mondiale WTA. Bene Roberta Vinci che sfiora la top ten […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.