SERENA SPIETATA, RISCOPERTA WOZNIACKI, DELUSIONE KVITOVA

Volgono al termine le Wta Finals di Singapore e tennis.it dà i voti alle protagoniste, tra conferme, delusioni e piacevoli ritorni
domenica, 26 Ottobre 2014

Singapore. Con il quinto trionfo di Serena Williams, cala il sipario sulla 44esima edizione delle Wta Finals. Come ogni fine torneo, è tempo di bilanci e giudizi. Vediamo perciò, come a scuola, promozioni e bocciature dell’ultimo torneo dell’anno.

Serena Williams, voto 9. È ancora lei a laurearsi maestra dell’anno, per la terza volta consecutiva e quinta in carriera. Ferita nell’orgoglio dalla più pesante sconfitta degli ultimi 16 anni contro Simona Halep nel round robin, l’americana ha messo in scena una vendetta degna di Edmond Dantes in finale, con una prestazione mostruosa. L’obiettivo di Serena nell’ultima partita della sua stagione non era vincere, era umiliare la sua avversaria nel modo più brutale possibile. Tra risposte fulminanti e colpi di inaudita violenza, la Halep è stata letteralmente tramortita dalla foga cannibalistica di una Williams spietata, addirittura crudele nel voler restituire alla rumena lo stesso 6-0 subito qualche giorno prima. Tra la clamorosa sconfitta del round robin e la trionfale finale, Serena ha recuperato con le unghie anche la partita del torneo contro una grande Caroline Wozniacki, in quella che poi si è rivelata la finale anticipata, tra le due giocatrici migliori di queste Finals 2014.

Simona Halep, voto 7. Un grande torneo quello della rumena, ma anche una grande occasione persa. Simona avrebbe infatti potuto eliminare la Williams, se avesse perso in due set contro Ana Ivanovic l’ultima partita del round robin, ma ha preferito giocarsela, perdendo comunque in tre. Come ricompensa per la sportività, la Halep ha ricevuto in finale una delle lezioni più pesanti della carriera. Il torneo e la stagione restano comunque di altissimo livello, per una certezza ormai consolidata del circuito Wta, alla quale manca soltanto il grande acuto per la consacrazione definitiva.

Caroline Wozniacki, voto 8. È la danese la nota più lieta di queste Finals. Dopo l’ottima seconda parte di stagione, Caro si è confermata al Masters, mettendo in mostra una condizione fisica straripante e notevoli miglioramenti sul piano del gioco, che la rilanciano definivamente ad altissimo livello. Probabilmente, neanche durante l’anno abbondante trascorso al numero uno, la Wozniacki ha mostrato un tennis così efficace anche contro le migliori. Il 2015 potrebbe essere per lei l’anno del primo grande trionfo, quello che le toglierebbe la nomea di regina senza corona di un regno vacante, consacrandola nel pantheon delle grandi del nostro sport.

Agnieszka Radwanska, voto 6,5. Come sempre, la polacca si è fatta trovare pronta nel momento in cui le migliori sono calate. Pur vincendo una sola partita su quattro, Aga è approdata in semifinale per la seconda volta in carriera, sfruttando al meglio i regali di una Sharapova in versione Babbo Natale nel loro match di round robin e l’amicizia con la Wozniacki, che le ha eliminato la Kvitova. Non è stata una gran stagione per lei, ma le possibilità per un riscatto nel 2015 ci sono tutte.

Ana Ivanovic, voto 7. Due vittorie e una buonissima prestazione contro Serena Williams non sono bastate alla più bella del reame per raggiungere la semifinale, ma son buone per ridar voce ai detrattori della formula del round robin, che mal si adatta a uno sport come il tennis. Ana chiude comunque a testa alta la stagione del rilancio e come la Wozniacki si prepara a vivere un 2015 da protagonista.

Maria Sharapova, voto 4. Una delle delusioni delle Finals. La siberiana perde i primi due incontri in malo modo, ma ha comunque l’occasione di qualificarsi per la semifinale. La sciupa nel peggiore dei modi, tremando nel momento decisivo contro la Radwanska, in una partita a tratti dominata. Strano per una come lei, solitamente glaciale al momento di vincere. Che stia diventando umana?

Eugenie Bouchard, voto 3. La peggiore delle Finals. Tre partite e tre sonore sconfitte. Palesemente non è al meglio fisicamente, accusa anche la pressione dell’esordio assoluto nella manifestazione. Avrà senza dubbio altre occasioni per riscattarsi.

Petra Kvitova, voto 2. È lei la vera delusione dell’ultimo torneo della stagione. Giunta a Singapore dopo un’esaltante tourneè asiatica, la ceca si presenta col vestito peggiore: lenta, imballata, distratta e fallosa. Vince solo con una Sharapova stremata dalla maratona del giorno prima con la Wozniacki, mentre cede nettamente alla stessa danese e alla Radwanska. Davvero poco, per una che alla vigilia era considerata tra le favorite. L’occasione del riscatto arriva però subito, visto che Petra proverà a vincere la Fed Cup con la sua Repubblica Ceca nella finale di Praga tra due settimane.

Sara Errani e Roberta Vinci, s.v. Maledetta sfortuna, cantava un Vasco Rossi d’annata. Maledetto Masters, possono urlare le Chichis. Dopo le sconfitte all’esordio delle due edizioni passate, quest’anno arriva addirittura il ritiro per i problemi di Sarita. Peccato, perché il torneo di doppio, vinto da Black e Mirza in finale sulle cinesi, quest’anno era veramente alla portata delle nostre.


Nessun Commento per “SERENA SPIETATA, RISCOPERTA WOZNIACKI, DELUSIONE KVITOVA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • SORTEGGIO WTA FINALS, LA GUERRA DEI MONDI E’ SERVITA Da una parte Williams, Halep, Bouchard e Ivanovic; dall'altra Sharapova, Kvitova, Radwanska e Wozniacki. Si aspetta il duello Serenona-Masha, ma occhio a Eugenie e, soprattutto, Caroline...
  • WTA FINALS: MIGLIORI 8 ORA TOCCA A VOI Ieri il sorteggio del tanto atteso Master di fine anno a Singapore. Divise le migliori tra gruppo rosso e gruppo bianco: Serena a capo del primo, mentre Maria è nel secondo. Chi alzerà la […]
  • SHARAPOVA RILANCIA LA SFIDA A SERENA Nelle prossime Wta Finals di Singapore, Maria Sharapova, numero due del mondo, potrebbe superare Serena Williams e garantirsi la prima posizione a fine anno. La russa non batte però […]
  • WTA FINALS, 44 ANNI DI ELITE Quella del 2014 sarà la 44esima edizione delle Wta Finals, che esordiranno nella dodicesima location della loro storia Singapore. 19 sono state le "maestre" finora incoronate. Martina […]
  • SERENA WILLIAMS: “IL MIO COACH MI HA VERAMENTE AIUTATO” Serena torna a vincere e lo fa mettendo ko Eugenie Bouchard: ennesima sconfitta pesante per la canadese a Singapore. Anche Maria Sharapova colleziona un'altra sconfitta, questa volta […]
  • SERENA PESCA RADWANSKA, SHARAPOVA CON AZARENKA TENNIS - A Parigi sono stati sorteggiati i tabelloni della 112esima edizione del Roland Garros: la numero uno del mondo è stata abbinata nella potenziale semifinale alla Radwanska, mentre […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.