SERENA WILLIAMS E LA DEPRESSIONE DOPO IL PARTO

Serena racconta i duri mesi dopo la gravidanza
mercoledì, 8 Agosto 2018

Tennis. Serena Williams ha parlato dei momenti complicatissimi vissuti in seguito alla nascita del primogenito. Non solo le difficoltà del parto, il rischio della bambina di non crescere sana, il proprio di essere in pericolo di vita. Serena ha voluto approfondire l’aspetto mentale post-gravidanza, raccontando nel dettaglio tutto quello che ha vissuto.

Ho letto molti articoli in cui si sostiene che la depressione postpartum può durare anche tre anni se non viene curata. Preferisco la comunicazione. E parlandone con mia madre, le mie sorelle e gli amici ho capito che è una situazione normale quella che stavo vivendo. È normale sentirsi di non fare abbastanza per tuo figlio. Lavoro molto, mi alleno e provo ad essere la miglior atleta possibile. E questo significa anche, sebbene sia stata con lei ogni giorno della sua vita, non essere presente accanto a lei come vorrei”.

Serena ha vissuto la peggior sconfitta in carriera la settimana scorsa a San José, appena un game conquistato con la Konta, dopo la finale raggiunta a Wimbledon che sembrava l’avesse rilanciata alla grande. “Credo che molte mamme che mi leggono pensino la stessa cosa. Che stiate a casa o andiate al lavoro, trovare il giusto equilibrio con i bambini è una vera arte. Voi siete le vere eroine. Sono qui per dirvi una cosa: se avete una giornata difficile, o anche una settimana, non vi preoccupate, è tutto ok. Ce l’ho anche io! C’è sempre un domani!“.


Nessun Commento per “SERENA WILLIAMS E LA DEPRESSIONE DOPO IL PARTO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.