SERENA WILLIAMS: “AZARENKA? È DIVERSA QUANDO GIOCA CONTRO DI ME”

TENNIS – Sarà nuovamente Williams-Azarenka nella finale degli US Open 2013. Le due hanno superato agilmente le proprie semifinali contro Li e Pennetta e domenica giocheranno per aggiudicarsi la corona di regina a Flushing Meadows.
sabato, 7 Settembre 2013

Tennis, New York – Nervi d’acciaio e unghie affilate per Victoria Azarenka, che torna in finale agli US Open battendo la nostra Flavia Pennetta 6-4, 6-2 sull’Arthur Ashe Stadium.

“Sono molto felice, proprio come la canzone” ha detto l’Azarenka a Mary Joe Fernandez nell’intervista sul campo. “E’ stata una lunga strada verso la finale e sarà una sensazione incredibile uscire fuori e lottare per il trofeo domenica. Mi darò sicuramente le migliori possibilità per sognare”.

All’Azarenka è stato chiesto, durante la sua conferenza stampa post-match, il significato del riferimento alla canzone delle Pointer Sisters.  Elei si trova molto bene, probabilmente perché è davvero presa dall’argomento o per cercare di deviare una pressione che le cadrà sulle spalle in poche ore.

“Ho imparato la storia della musica e ho ascoltato le canzoni, ma non le conosco molto bene,” ha detto. Ce ne vuole per conoscere la storia di come è nato tutto e quanta differenza ha fatto nel mondo. È qualcosa di incredibile e fantastico. Ho imparato da Mr. Gordy e Redfoo , è semplicemente incredibile, sono davvero onorata. Probabilmente il mio artista preferito è Marvin Gaye, ma Stevie Wonder è fantastico. È difficile avere una canzone preferita, ce ne sono così tante.”

La bielorussa affronterà ora la sua quarta finale in un Grande Slam, con un record di 2-1 nelle prime tre: ha vinto gli Australian Open gli ultimi due anni ed è stata runner-up qui l’anno scorso, sconfitta poi da Serena Williams. Ma come si batte Serena?

“Bisogna combattere”, ha detto l’Azarenka. “Bisogna correre, macinare e mordere coi denti qualsiasi occasione ti viene offerta. Lei è ovviamente una giocatrice incredibile. Lei è la più grande giocatrice di tutti i tempi.”

Serena Williams è più ardente che mai. Ha battuto Li Na 6-0, 6-3 guadagnandosi la finale ed è ad una sola vittoria di distanza dal suo 17° titolo del Grande Slam . La cinese ha fatto il possibile, ma la sua resistenza è durata poco.

“Li Na è una grande giocatrice,” ha detto Serena nella sua intervista a bordo campo con Mary Joe Fernandez . “E’ stata dura a fine partita, mi sono un po’ innervosita, ma sono riuscita a chiudere il match definitivamente. Sono solo rimasta molto concentrata durante tutti gli allenamenti e ho lavorato duramente. Venire qui e sentirmi dire costantemente, ‘Go Serena , Serena Go ,’ onestamente è un piacere. Ho sentito voci di giovani e anziani qui e mi fanno sentire davvero speciale. Ringrazio i tifosi e tutti gli altri.”

A Serena è stato chiesto nella sua conferenza stampa post-partita se pensa all’eventuale vittoria che potrebbe portare nella sua bacheca il Grande Slam numero 17.

“Ci ho pensato, ma non riesco a pensare a questo,” ha detto la Williams. “E’ così vicino ma ancora così lontano. Devo vincere contro una grande giocatrice e devo giocare un gran tennis. Detto questo, devo fare tutto da capo. Nulla è garantito. L’unica cosa che posso fare è andare là fuori e cercare di fare del mio meglio e qualunque cosa accada, basta imparare da qualsiasi esperienza e andare avanti”.

E per quanto riguarda il potenziale bonus di 1 milione di dollari per aver vinto l’Emirates Airline US Open Series?

“Beh, l’ultima volta che ne ho avuto l’occasione è sfumata. Non ha funzionato. Non sto cercando di pensarci tanto. Il denaro non è mai stata la mia motivazione per il tennis. Ho sempre giocato per vincere Grandi Slam.”

Come abbiamo detto, la Williams sfiderà in finale la testa di serie n°2 Victoria Azarenka, che in realtà ha vinto due degli ultimi tre incontri di quest’anno, in finale a Doha e Cincinnati.

“Ha giocato bene in entrambe le partite”, ha detto Serena. “Ho lasciato cadere le opportunità invece di prenderle, perché lei è sempre molto carica e lo fa davvero bene. Ho l’impressione che quando lei gioca contro di me da sempre il meglio, di gran lunga. L’ho vista giocare contro altre giocatrice e lo fa in modo completamente diverso. Evidentemente lei esprime il suo miglior gioco quando gioca contro di me.”


Nessun Commento per “SERENA WILLIAMS: “AZARENKA? È DIVERSA QUANDO GIOCA CONTRO DI ME””


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.