SERENA WILLIAMS: “ONORATA DI AVERE 17 SLAM COME FEDERER”

TENNIS – Serena Williams si riconferma regina agli US Open 2013. La statunitense ha battuto la bielorussa Victoria Azarenka in un duro match finito al terzo set e può ritenersi soddisfatta di essersi portata a casa un secondo slam quest’anno.

Tennis, New York – Non è ancora tempo di abdicare per Serena Williams che salta in aria e non ha più voglia di tornare coi piedi per terra, urlando di gioia per aver mantenuto la sua corona. È servito più tempo di quanto avessimo immaginato, ma la Williams ha vinto su un’implacabile Victoria Azarenka con il punteggio di 7-5, 6-7(6), 6-1 aggiudicandosi il suo 17° titolo del Grande Slam, uno in meno di Chris Evert e di Martina Navratilova sulla lista delle campionesse di tutti i tempi. Ma non è stato così facile per Serena.

“Quando cerchi sempre di scrivere la storia, o di partecipare alla storia nel mio caso, forse sei solo un po’ più nervosa di quanto dovresti”, ha detto Williams. “Ero un po’ tesa.”

In primo luogo c’è stato il vento, impetuoso e vorticoso per tutta la sera, a disturbare Serena ed il suo vestito quando stava cercando di servire. I sui colpi da fondo campo non sono stati incisivi inizialmente e ha faticato a trovare il ritmo. Che si trattasse delle condizioni climatiche o di nervi tesi, Serena è apparsa scossa. Per la prima volta in tutto il torneo la Williams sembrava battibile. L’Azarenka non ha mai ceduto, neanche quando era sotto di un set, neanche quando era sotto di un set e due break.

“Vika è una grande avversaria, è una combattente”, ha detto la statunitense in campo dopo la partita. “Non è mai finita fino match point.”

Durante quei giochi di servizio e nel successivo tie-break del secondo set, la Williams si è lamentata del vento, definendolo “incredibile” dopo la partita. I suoi colpi andavano lunghi e, indietro 6-4 nel tie-break , ha gettato la racchetta a terra, in parte per la frustrazione provocatale dal vento e in parte per non aver ancora vinto la partita.

Ho pensato , ‘E’ scandaloso che io sia ancora qui fuori,’ perché avevo già avuto la grande opportunità di vincere”, ha confessato Serena. “Così ho pensato ‘Sai cosa? Non mi resta che rilassarmi, calmarmi e giocare un tennis più intelligente.”

Il terzo set, giocato per la prima volta dalla Williams in tutto il torneo, si è dimostrato più semplice. La 31enne ha strappato il servizio all’Azarenka due volte, una delle quali su un doppio fallo della bielorussa, e poi la Williams finalmente ha servito con successo per il match e per la corona.

“La tensione, la battaglia, la determinazione crescevano punto dopo punto. Un po’ come l’acqua che bolle”, ha detto l’Azarenka . Ho combattuto più forte che potevo, ma ho perso contro una grande campionessa.”

In seguito, le due si sono abbracciate a rete, un momento toccante che ha sancito una delle rivalità più divertenti e amichevoli del tennis femminile. La bielorussa, successivamente, ha detto che si sente speciale di avere l’opportunità di giocare contro qualcuno che potrebbe benissimo finire per essere la più grande tennista di tutti i tempi. Le due si erano scontrate qui l’anno scorso in un altro match da tre set, che la Williams ha vinto, 2-6, 6-2, 7-5. L’Azarenka ha detto, nonostante i paralleli, che è cresciuta come giocatrice e che quest’anno la finale non è stata come l’anno scorso. Entrambe però, le hanno lasciato un dolore nel cuore: “Non ho intenzione di mentire, fa male”, ha detto.

Per Serena Williams, questo titolo è stato diverso a causa del suo significato, per il posto che le ritaglia nella storia di questo sport. È ormai tra le più importanti atlete di tutti i tempi e legata al recordman per eccellenza, Roger Federer, che ha eguagliato a 17 major. In omaggio a King Roger,  la Williams ha fatto un gran sorriso e ha detto di essere onorata di avere con lui questo legame.

Con la vittoria di questi US Open, più il bonus di 1 milione di dollari per aver vinto gli US Open Series, la Williams si porta a casa un bottino record pari a 3,6 milioni di dollari. La vittoria di domenica sancisce uno dei migliori anni nella carriera di Serena, nel quale ha toccato un record di 67-4 e ha vinto nove tornei. Lei stessa ha ammesso, con un sospiro di sollievo, che questo titolo la aiuterà quando si guarderà indietro per valutare il livello di successo avuto quest’anno.

“Assolutamente”, ha detto. “Ero quasi delusa del mio anno, ad essere onesti. Sì, ho vinto l’Open di Francia, ma non ero contenta delle mie prestazioni negli altri due Slam. Mi sento decisamente molto meglio con almeno un secondo Grande Slam in tasca quest’anno.”


Nessun Commento per “SERENA WILLIAMS: "ONORATA DI AVERE 17 SLAM COME FEDERER"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.