SERENA WILLIAMS SULLA FED CUP: “L’IDEALE SAREBBE GIOCARE OGNI DUE ANNI”

Dopo la sconfitta degli Usa a Brindisi, la numero uno statunitense prova di nuovo a lanciare qualche “regola” per la competizione a squadre. Pronta la risposta del capitano Barazzutti.
martedì, 21 Aprile 2015

Tennis. Dopo le grandi imprese arrivano le considerazioni, e anche quella compiuta dal team azzurro a Brindisi non è da meno. Questa volta a cominciare è Serena Williams che torna a fare alcune riflessioni sul formato della Fed Cup.

L’Italia si guadagna il posto nel gruppo mondiale da sfavorita: grazie al 3-2 imposto agli Usa in primis da Sara Errani e Flavia Pennetta che hanno portato a casa il doppio decisivo e i singolari, ma da riconoscere anche la buona prestazione di Camila Giorgi proprio contro la Williams, e il caloroso sostegno a bordo campo di Karin Knapp. Una squadra che ha messo psicologicamente ko la numero uno Wta che dopo il match lottato con Sara Errani ha confessato: “Non sono ancora pronta per la terra rossa, come invece mi aspettavo.”

Ma Serena oltre a riflettere sulla sua preparazione, ha qualcosa da ridire sulla Fed Cup stessa che, come ribadito anche da altri suoi colleghi/e, risulta essere impegnativa: “Io voglio sostenere sempre la mia squadra e spesso non è possibile perché tra tornei e allenamento siamo impegnati 40-45 settimane l’anno; sarebbe l’ideale se la Fed Cup si disputasse ogni due anni. È difficile essere sempre presenti e quando non puoi sostenere il tuo paese ti senti così male.” Un’opzione, questa di rendere biennale la Fed Cup e la Coppa Davis, che la Federazione Internazionale di Tennis sta prendendo in considerazione vista anche la poca partecipazione da parte dei Big. Ultimamente le grandi presenze in Fed Cup e Coppa Davis sono anche dovute dal regolamento ITF in merito alla qualificazione olimpica.

“Dopo un po’ di tempo si devono fare dei cambiamenti –consiglia la Williams- penso che la Federazione stia facendo bene, ma è divertente provare a cambiare e rivolgersi ad un pubblico diverso.”
Il Presidente ITF Francesco Ricci Bitti ha pensato invece ad un cambiamento per le finali delle competizioni che potrebbero essere disputate in campo neutro. Ma ad esempio paesi come l’Italia che al momento delle competizioni a squadre vedono un grande riscontro nel pubblico, che ama il tennis quasi quanto il calcio, è restia a concordare su grandi innovazioni.
Corrado Barazzutti risponde: “Un giocatore non può fare le regole in base a ciò che gli interessa, quali sono le prospettive? Cambiare tutti i semafori dal rosso al verde?”
E anche il Presidente della Federazione Italiana Tennis Angelo Binaghi concorda: “Questo è l’unico sport al mondo in cui i giocatori vogliono dare regole, dovrebbe essere la federazione internazionale a controllare, come avviene negli altri sport.”

Il punto di incontro tra i due fronti è per i play-off che decidono le sorti delle squadre per il World Group: secondo molti il gruppo mondiale dovrebbe essere esteso a 16 squadre e non chiuso solo a 8.

Foto: Serena Williams in conferenza, Fed Cup (sito FIT, Costantini)


Nessun Commento per “SERENA WILLIAMS SULLA FED CUP: “L’IDEALE SAREBBE GIOCARE OGNI DUE ANNI””


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • SERENA A BRINDISI È SUBITO IN CAMPO, DOMANI IL SORTEGGIO La numero uno arriva in Puglia nel pomeriggio e inaugura subito il centrale del circolo di Brindisi per il primo allenamento. Domani ore 12 la cerimonia del sorteggio.
  • FED CUP: LE BIG TORNANO IN NAZIONALE, OLIMPIADI DI RIO IN VISTA? 7-8 Febbraio il via al primo round di Fed Cup: ufficializzate le convocazioni, tra i ritorni troviamo quello delle sorelle Williams e di Maria Sharapova. Assente invece Flavia Pennetta tra le azzurre.
  • MARY JOE FERNANDEZ SFIDA L’ITALIA TENNIS – A due mesi dalla sfida di Fed Cup tra Usa e Italia, la capitana americana accende i fari sul match, appellandosi a Serena Williams: “Con lei in campo, saremmo noi le favorite”
  • SERENA: “ADORO VEDER GIOCARE LA GIORGI” Uno a uno dopo la prima giornata a Brindisi. Serena ha dovuto sudare molto contro la Giorgi e dopo il match ha riconosciuto l’enorme potenziale della marchigiana. Soddisfatti Barazzutti ed Errani
  • USA DA STRAPAZZARE Nel week-end arriva la Fed Cup. L’Italia disputa il primo turno contro gli USA. La presenza di Errani e Vinci ci fa partire largamente favoriti, la semifinale è l’obiettivo minimo.
  • FED CUP, ITALIA-USA UNA SFIDA TUTTA DA GIOCARE Entrati in clima Fed Cup, a Brindisi tutto pronto per accogliere il team azzurro e quello statunitense: 14esima sfida tra le due squadre, i precedenti vedono avanti gli Stati Uniti, ma […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.