SHANGHAI: BENE FOGNINI, SUBITO KO CECCHINATO E SONEGO

Il ligure ha battuto con un netto 6-4 6-2 Sam Querrey mentre gli altri due azzurri sono stati superati rispettivamente da Paire e Monfils

TENNIS – E’ inizia come meglio non poteva l’avventura di Fabio Fognini al Masters 1000 di Shanghai. Sul cemento cinese infatti il tennista azzurro ha sconfitto agevolmente l’americano Sam Querrey (numero 45 del mondio) con un netto 6-4 6-2 in poco più di un’ora di gioco.

Fognini ha letteralmente dominato l’incontro, tenendo sempre in mano il comando delle operazioni da fondo campo e regalando anche alcuni colpi di altissima qualità, mentre dall’altra parte della rete Querrey è apparso poco centrato sulla palla. Il ligure ha giocato molto bene anche in risposta, e una volta trovate le contromisure al potente servizio del suo avversario, ha condotto il match con autorità, portandolo a casa con disinvoltura tra gli applausi del pubblico del campo centrale. Grazie a questa vittoria quindi Fognini tiene vivo anche il sogno chiamato Atp Finals, visto che si trova ad una manciata di punti dall’ottavo posto, occupato tra l’altro in questo momento da Matteo Berrettini. Prima però dovrà pensare al secondo turno del Masters 1000 di Shanghai, dove troverà un ritrovato Andy Murray dopo la vittoria in rimonta ottenuta dallo scozzese (2-6 6-2 6-3) ai danni dell’argentino Juan Ignacio Londero.

CECCHINATO

E’ andata ancora male invece, purtroppo, a Marco Cecchinato, sconfitto nel suo match di primo turno da Benoit Paire (6-2 7-5 il punteggio finale in favore del transalpino). Dopo un primo parziale molto difficile in cui il tennista azzurro ha fatto fatica a trovare il giusto ritmo, nel secondo c’è stato più equilibrio, ma la determinazione messa in campo dall’azzurro non è bastata. Sul 5-5 infatti Cecchinato ha avuto un piccolo passaggio a vuoto che ha consentito a Paire di strappargli il servizio sfruttando l’unica palla break avuta nel corso di tutta la frazione, e dopo il cambio di campo è arrivato il definitivo 7-5 che ha condannato il siciliano ad un’altra sconfitta in questo 2019 veramente da dimenticare.

SONEGO

A concludere la serie di incontri che oggi vedevano impegnati giocatori italiani a Shanghai poi ci ha pensato Lorenzo Sonego, che ha lottato con grande volontà senza però riuscire a superare l’ostacolo Gael Monfils. Il francese infatti si è imposto in tre combattuti set (7-5 6-7 6-3) ma Sonego ha avuto il merito di tenere testa all’attuale numero 11 del mondo, senza dimenticare che sul 3-3 pari del terzo e decisivo parziale ha anche avuto la palla break che avrebbe potuto spianargli la strada verso la vittoria. Purtroppo per l’azzurro però Monfils si è salvato e dopo il cambio di campo è stato lui ad allungare sul 5-3, mettendo po in tasca il successo sul definitivo 6-3 con un ultimo turno di battuta quasi perfetto.

ALTRI RISULTATI SHANGHAI

Passando infine agli altri match di primo turno disputati oggi a Shanghai, avanzano Denis Shapovalov, che ha battuto 6-4 6-2 lo statunitense Frances Tiafoe, Albert Ramos-Vinolas, vittorioso con un doppio 6-4 ai danni di un Marin Cilic sempre più opaco, e Vasek Pospisil, protagonista anche lui di una vittoria in due set (7-6 6-2) ai danni della testa di serie numero 14 Diego Schwartzman. Si qualificano per il secondo turno infine anche Jeremy Chardy (6-4 7-6 al britannico Kyle Edmund), Cameron Norrie (7-5 6-2 al francese Gilles Simon) e Mikhail Kukushkin (7-6 6-4 al giovane serbo Miomir Kecmanovic).

(Nella foto Fabio Fognini – www.zimbio.com)


Nessun Commento per “SHANGHAI: BENE FOGNINI, SUBITO KO CECCHINATO E SONEGO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.