SHANGHAI, NIENTE DA FARE PER CECCHINATO CONTRO DJOKOVIC

Il tennista azzurro è stato battuto 6-4 6-0, ma esce comunque a testa alta dopo aver raggiunto per la prima volta in carriera il terzo turno di un Masters 1000
giovedì, 11 Ottobre 2018

TENNIS – Ha messo in campo tutte le sue energie con la consueta grinta che ormai lo contraddistingue, sperando magari di poter ripetere la storica impresa consegnata alla storia pochi mesi fa al Roland Garros, ma stavolta Marco Cecchinato non ha potuto nulla contro il Novak Djokovic di questa seconda parte di stagione.

Il tennista azzurro infatti, agli ottavi di finale del Masters 1000 di Shanghai, è stato battuto 6-4 6-0 al termine di un incontro in cui ha fatto quello che ha potuto, reggendo praticamente soltanto un set prima di cedere definitivamente sotto i colpi del campione serbo, finendo con il subire un passivo probabilmente anche troppo severo. Addirittura nel primo parziale Cecchinato ha avuto anche due palle break per salire sul 3-1, poi però, dopo che Djokovic è riuscito a salvarsi, l’azzurro ha ceduto il servizio durante un settimo game molto combattuto, risolto soltanto alla quarta chance da parte del serbo, e da quel momento la sfida ha preso decisamente la direzione del fresco campione degli Us Open. Cecchinato infatti, dopo aver perso il set sul 6-4, non ha più avuto la forza per contenere la supremazia di Djokovic da fondo campo, e la seconda frazione è scivolata via in maniera molto veloce, fino al definitivo 6-0 con il quale Nole si è assicurato il passaggio ai quarti di finale del torneo cinese.

Cecchinato però esce comunque a testa alta, anche perché per la prima volta in carriera ha raggiunto il terzo turno di un Masters 1000 in maniera molto convincente (basti pensare alla esaltante vittoria di ieri contro il coreano Chung), e il fatto di essere riuscito ad ottenere un risultato di questo tipo nella parte finale della stagione testimonia l’ottimo 2018 giocato dal palermitano, protagonista di una annata da ricordare nella quale ha mostrato talento e continuità. Non a caso si ritrova numero 21 della classifica mondiale, a ridosso dei migliori giocatori del pianeta, e dopo una stagione come quella attuale che si appresta a vivere il proprio rush finale, la speranza è che nel 2019 Cecchinato possa diventare una realtà importante per il tennis italiano, anche perché ha già ampiamente dimostrato di avere i mezzi per farlo. E se sarà bravo a mantenere la concentrazione e la determinazione mostrate quest’anno su qualsiasi tipo di superficie, allora le soddisfazioni continueranno ad arrivare.

(Nella foto Marco Cecchinato – www.zimbio.com)


Nessun Commento per “SHANGHAI, NIENTE DA FARE PER CECCHINATO CONTRO DJOKOVIC”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.