SHANGHAI, LARGO AI GIOVANI

Tomic e Harrison protagonisti nella terza giornata del Masters 1000 cinese. L'australiano ha sconfitto Fish in rimonta, mentre lo statunitense si è imposto su Troicki. Dimitrov lotta ma cede a Roddick
martedì, 11 Ottobre 2011

Shanghai (Cina). Si è chiusa nel segno dei giovani la terza giornata del Masters 1000 di Shanghai, penultimo della stagione. Snobbato da qualche big (leggi Djokovic e Federer), il torneo cinese fa parlare di sé per le belle vittorie ottenute da Bernard Tomic e Ryan Harrison, entrambi a segno, contro pronostico, su avversari decisamente più quotati. Fa clamore specialmente la vittoria del diciottenne australiano, ancora privo di colpi in grado di sfondare gli avversari, ma già capace di battere (e in rimonta) un osso duro come Mardy Fish, che l’aveva sconfitto, sempre in tre set, quattro giorni fa a Tokio. Quella odierna, che dà seguito a quella ottenuta negli ottavi di finale del torneo di Wimbledon contro Robin Soderling, è la sua seconda vittoria stagionale contro un top 10, chiara dimostrazione di come sia ormai pronto per dire la propria anche ad altissimi livelli.

Fish parte bene, poi cede alla distanza. Persa di misura la prima frazione (4-6), il baby fenomeno australiano – fresco di best ranking alla 49esima posizione – ha dominato la seconda (6-1), e mantenuto un ottimo livello anche nella terza e decisiva. Dopo aver annusato il break in ben tre occasioni (nelle quali Fish ha però sempre detto di no), Tomic l’ha finalmente trovato sul 4-4, e con autorità ha chiuso nel gioco successivo, nonostante un doppio fallo nel secondo punto che avrebbe potuto lasciare qualche scoria a livello mentale. Importante il fatto che in tutto il match abbia concesso una sola palla-break, ovvero quella che gli è costata la prima frazione. Da quel momento più nessuna esitazione in battuta, fino a un successo – arrivato dopo 1 ora e 58 minuti di battaglia – che rappresenta l’ennesimo gradino della sua scalata verso i piani alti della classifica.

Harrison sorprende Troicki. Di caratura leggermente inferiore, ma comunque parecchio rilevante, anche la vittoria del suo coetaneo Harrison (entrambi classe 1992), che in chiave futura non ha nulla da invidiargli, e lo sta dimostrando ripetutamente. Opposto all’undicesima testa di serie Viktor Troicki, lo statunitense ha messo in mostra tutto il suo potenziale, riuscendo a dominare il davisman serbo sino al successo, siglato con un doppio 6-3. Oltre a sorridere per la bella vittoria, Harrison può gioire anche alla luce del nome del suo prossimo avversario, ossia il qualificato australiano Mattew Ebden, contro il quale potrà andare a caccia – da favorito – del secondo ottavo di finale in carriera un un Masters 1000.

Dimitrov vede a Roddick, Ramos sorprende Cilic. Non è invece riuscito nell’impresa l’altra probabile futura stella del circuito Atp impegnata in Cina, Grigor Dimitrov, che opposto ad Andy Roddick ha avuto parecchie occasioni per allungare la sfida al terzo set (compreso un set-point sul 5-4 del secondo), ma non ce l’ha fatta ad andare oltre un 7-6 7-5 che sa più di occasione sprecata che di buon punteggio contro un giocatore superiore. E’ invece riuscito ad andare contro i pronostici lo spagnolo Albert Ramos, numero 77 del ranking mondiale, che dopo aver superato le qualificazioni si è tolto la soddisfazione di battere Marin Clic. Probabilmente scarico dopo le fatiche di Pechino, il tennista croato si è arreso con il punteggio di 6-3 6-4 in un’ora e 26 minuti di gioco, regalando all’iberico la più importante vittoria in carriera, ulteriormente impreziosita dal fatto che sia arrivata lontano dalla sua amata terra battuta.

Vincono anche Wawrinka, Simon, Almagro e Raonic. Nella giornata odierna è tornato a ottenere un successo di buon livello anche il canadese Milos Raonic, capace – pur senza brillare – di rimontare e battere il francese Michael Llodra, sconfitto con il punteggio di 6-7 6-2 7-6. Per lui secondo turno durissimo contro David Ferrer, meno adatto ai campi in cemento (anche se va detto che quelli cinesi sono piuttosto lenti) ma comunque sempre molto ostico. E’ già al terzo turno, invece, lo svizzero Stanislas Wawrinka, numero 13 del seeding, che ha nuovamente rimontato un set di svantaggio, imponendosi al terzo. Vittima odierna lo statunitense Donald Young, capace di conquistare per 7-5 al tie-break la prima frazione, ma prima agganciato con il medesimo punteggio, e poi steso da un facile 6-2. Con lui anche Gilles Simon, il quale ha passeggiato contro Albert Montanes (rifilandogli un doppio 6-1 in meno di un’ora di gioco), e Nicolas Almagro (prossimo avversario di Roddick), a segno con il punteggio di 7-5 6-3 nel derby spagnolo contro Tommy Robredo.


Nessun Commento per “SHANGHAI, LARGO AI GIOVANI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • OCCHI PUNTATI SU RODDICK-BERDYCH Sarà questo il big match della quinta giornata del Masters 1000 di Indian Wells, che vedrà impegnati anche Novak Djokovic (contro Anderson) e altri tre statunitensi: Fish, Isner e Harrison
  • CILIC RIMANDA HARRISON, DOLGO VA A Flushing Meadows il croato supera in tre set il diciannovenne USA. Avanzano senza difficoltà Dolgopolov, Berdych, Tipsarevic, Fish e Gasquet
  • TENNIS USA: QUERREY OTTIMISTA Il giocatore statunitense non vede nessuna crisi nel movimento tennistico americano. Andiamo quindi ad analizzare la stagione 2011 degli statunitensi nella top 100, attraverso le […]
  • CLAMOROSO: ROSOL ELIMINA NADAL A Wimbledon lo spagnolo viene clamorosamente sconfitto in cinque set dal ceco, numero 100 del mondo. È una delle sorprese più grandi della storia di Wimbledon. Negli altri incontri vince […]
  • MASTERS 1000 SHANGHAI: DEL POTRO RISCHIA GROSSO, NEXTGEN PROTAGONISTI L'argentino deve ricorrere al terzo set per avere la meglio su Basilashvili, ok Rublev e Tiafoe. Stupiscono i giovanissimi Tsitsipas e Wu, fuori Bautista
  • CAPORETTO AZZURRA A MIAMI Dopo Andreas Seppi, eliminati tutti e tre i nostri portacolori impegnati oggi. Lotta Starace (6-7 6-4 6-4 da Harrison), male Bolelli (6-4 6-1 da Ramos), cede anche Cipolla (6-3 7-5 da Stebe)

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.