SHANGHAI, FOGNINI E BERRETTINI VOLANO AI QUARTI

Il ligure ha battuto Karen Khachanov 6-3 7-5 mentre il romano ha sconfitto Roberto Bautista Agut 7-6 6-4

TENNIS – Ha disputato un altro match di altissimo livello dopo quello da emozioni forti con Andy Murray, e prendendosi la rivincita dopo il ko subito la settimana scorsa a Pechino Fabio Fognini ha battuto Karen Khachanov in due set (6-3 7-5 il punteggio finale), conquistando un posto nei quarti di finale del Masters 1000 di Shanghai.

Il tennista azzurro, dopo qualche difficoltà avuta nel primo game al servizio (nel quale ha dovuto salvare subito tre palle break), ha giocato un primo parziale solidissimo. Nel quarto gioco è arrivato il break del momentaneo 3-1 in suo favore e da lì in avanti Fognini non ha concesso più nulla al suo avversario, mettendo in tasca la frazione sul 6-3 tra gli applausi del pubblico cinese. Nel secondo set però è arrivata la reazione di Khachanov, salito subito sul 2-0 con l’intenzione di ribaltare l’inerzia della sfida, ma il ligure ha avuto il grande merito di rimanere concentrato e dopo l’immediato contro-break portato a casa nel terzo gioco ha ripreso a comandare le operazioni da fondo campo.

Sul 4-4 quindi Fognini ha avuto tre palle break che non è riuscito a sfruttare nel corso di un nono game molto combattuto, ma l’allungo decisivo è arrivato poco dopo, visto che Fabio sul 5-5 si è portato sullo 0-40 riuscendo alla terza occasione a strappare nuovamente il servizio alla testa di serie numero 7 del tabellone cinese. Dopo il cambio di campo poi il braccio di Fognini non ha tremato, e grazie ad un ultimo turno di battuta giocato con grande concretezza l’azzurro ha messo in ghiaccio la vittoria sul definitivo 7-5, assicurandosi con pieno merito per la prima volta in carriera un posto tra i migliori otto del penultimo Masters 1000 della stagione.

BERRETTINI

Cosa che ha fatto poco dopo in maniera straordinaria anche Matteo Berrettini, protagonista come Fognini di una prestazione da applausi con la quale battendo in due set (7-6 6-4) Roberto Bautista Agut ha regalato al tennis maschile azzurro una giornata da ricordare. Il tennista italiano ha confermato la sua grande solidità riuscendo a superare un avversario molto ostico, con il quale tra l’altro si sta giocando niente meno che un posto alle Atp Finals di Londra, e il grande merito di Berrettini è stato quello di non aver mai perso la calma nei momenti più delicati della sfida. Nel primo set infatti Matteo ha ceduto il contro-break allo spagnolo proprio mentre serviva sul 5-4 in suo favore, ma poi è stato bravo a rimanere lucido nel successivo tie-break portandolo a casa 7 punti a 5 rimontando da 0-2. Nel secondo parziale invece Berrettini è andato subito sotto di un break, ma sul 3-1 in favore di Bautista Agut ha trovato la forza di recuperare fino al 3-3 e nel decimo game, al momento giusto, ha piazzato l’allungo decisivo strappando nuovamente il servizio allo spagnolo, per il definitivo 6-4 che gli ha regalato un altro importante traguardo: il primo quarto di finale della carriera in un Masters 1000.

(Nella foto Fabio Fognini – www.zimbio.com)


Nessun Commento per “SHANGHAI, FOGNINI E BERRETTINI VOLANO AI QUARTI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.