SHARAPOVA SI RACCONTA: DAI GENITORI AI POCHI AMICI

La siberiana parla della sua infanzia e delle amicizie nel circuito
sabato, 8 Dicembre 2018

Tennis. Maria Sharapova ha parlato del rapporto coi genitori, di quanto sia stato difficile emergere e delle spese da loro sostenute per farla diventare quella che è oggi.

Venivamo da un posto in cui il denaro che i miei genitori avevano non implicava davvero che fossero poveriCi vivevamo come una famiglia normale. Loro avrebbero potuto avere un lavoro normale, io sarei potuta andare a scuola e tutto sarebbe stato normaleMa hanno sacrificato la loro vita perchè hanno visto il talento nel mio gioco e hanno ascoltato i consigli di altre persone, perchè di certo i miei genitori non avevano esperienza nel mondo del tennis. Per mio padre era solo un’attività divertente, mentre mia madre non se ne interessava proprio”. “Presero la pesante decisione di trasferirsi in un paese dove il tennis era molto più diffuso, e c’erano molte più struttureÈ stata dura. Ma penso che questa spinta sia derivata dal fatto che mio padre non ha mai pensato di non avere abbastanza soldi. Anche se fu molto complicato, penso che lui abbia sempre creduto che un giorno avrebbe ottenuto di più, che fosse un trofeo, un dollaro in più, una vittoria dopo l’altra”.

Sulla difficoltà nel trovare amicizie nel circuito, racconta:  “È difficile essere amica di una persona che potresti affrontare come avversaria nella prossima partitaOvviamente, non ho nulla contro le mie avversarie. Ma è davvero difficile diventare veri amici fuori dal campo e poi andare in campo per vincere il match. Voglio dire, quando sei fuori dal campo è diverso: ti comporti in maniera amichevole. In campo tutto cambia, ma è normale. Ho molto rispetto per la Navratilova ed Evert. Hanno raggiunto così tanti record. Quello che hanno fatto per lo sport è fantastico, perché non è facile essere un atleta professionista. Penso che il modo e lo stile con il quale hanno raggiunto così tante cose nella vita è sorprendente


Nessun Commento per “SHARAPOVA SI RACCONTA: DAI GENITORI AI POCHI AMICI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.