SIMONA HALEP E UN INIZIO 2015 DA CAMPIONESSA ASSOLUTA

Diciannove vittorie su venti incontri WTA solo nel primo stralcio di stagione, Simona Halep punta primato in classifica e prima vittoria di un Major
martedì, 24 Marzo 2015

Tennis. Simona Halep, 23enne già N.3 del mondo, è ormai un habitué dei piani alti della classifica WTA, eppure l’obiettivo che ha nel mirino è la prima posizione mondiale, Serena Williams permettendo.

La tennista di Costanza ha iniziato la stagione 2015 con una serie di risultati positivi davvero impressionante, trionfando in 3 dei 4 tornei fin qui disputati, con l’unica sconfitta su 19 incontri WTA che è arrivata nei quarti di finale degli Australian Open per mano della russa Ekaterina Makarova.

D’altra parte che la costanza di rendimento fosse una delle sue armi vincenti lo si sapeva già, e nonostante il cambio di guida tecnica da Wim Fissette all’attuale coach Victor Ionita, Simona sa bene quale strada percorrere per arrivare al successo, visto e considerato che i mezzi per riuscire nell’impresa li ha tutti.

Dove c’è tifo ed approvazione, chiaramente ci sono anche critiche e detrattori, come è stato dimostrato dalle recenti dichiarazioni dell’ex giocatrice Jana Novotna, che nei giorni scorsi aveva sostenuto che la Halep non sarebbe stata ricordata in futuro, anche se magari avrebbe vinto uno Slam o abitato le posizioni di spicco della classifica a lungo: ebbene, che la Halep non sia di questo avviso si è già potuto vedere in questo straordinario inizio di stagione, e se in Australia non è arrivato il primo agognato trofeo Slam, di opportunità, appena alla soglia dei 24 anni, ce ne saranno moltissimi, soprattutto visto il passare del tempo che piano piano costringerà al ritiro la quasi imbattibile Serena.

Le dichiarazioni della N.3 del mondo immediatamente successive alla finale vinta ad Indian Wells hanno parlato chiaro, sottolineando come la tenacia e la forza d’animo possano riuscire a superare anche una giornata no:”Non so come sono riuscita a vincere – dice la Halep – perché di certo non ho giocato il mio miglior tennis. La cosa certa è che ho lottato, ho sempre creduto in me stessa ed alla fine ce l’ho fatta. Jelena (Jankovic, ndR) ha iniziato molto forte dopo aver giocato un ottimo torneo, non pensavo che sarei riuscita a ribaltare il match.”

Dopo la brutta storia del suicidio di suo cugino, avvenuto poco prima dell’inizio del torneo californiano, e la contrattura che l’ha costretta al MTO durante la finale, Simona ha deciso che non si fermerà, partecipando anche al torneo di Miami e continuando la sua scalata alla vetta, mettendo dentro ogni suo incontro tutta se stessa, che si parli di classe e talento o che debba ricorrere alla grinta e al suo spirito di combattente.

Se non verrà ricordata in futuro lo sapremo solo tra diversi anni, adesso tocca a lei dimostrare di saper arrivare fino alla posizione numero uno, sempre più avanti, sempre più in alto.   Foto: Simona Halep a Indian Wells (repubblica.it)


Nessun Commento per “SIMONA HALEP E UN INIZIO 2015 DA CAMPIONESSA ASSOLUTA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.