SIMONA HALEP, IL 2019 PARTE SENZA COACH

Dopo l'annuncio di Darren Cahill, Simona Halep ha scelto di cominciare la nuova stagione senza staff tecnico: "Gestirò i tornei in autonomia".

TENNIS – Un cambio alla guida dello staff tecnico fa sempre rumore, soprattutto se si tratta di giocatori e giocatrici tra i più importanti del tennis mondiale. È successo a Djokovic e Federer nel circuito maschile, è successo a più riprese alla Kvitova in quello femminile. Raramente, però, una numero uno del mondo ha cominciato la stagione senza un coach: Simona Halep aggiorna la statistica in vista del 2019.

La tennista romena, infatti, sarà ai nastri di partenza del prossimo anno nelle vesti di numero uno della WTA, ma non avrà alcun allenatore a curarle la parte strategica, nonché tecnica della sua carriera da singolarista. La notizia, in realtà, non nasce da una decisione della Halep, bensì dal suo ex coach Darren Cahill, che ha annunciato l’interruzione del rapporto professionale con la giocatrice di Costanza.

Le motivazioni addotte dal tecnico, però, non sono legate ai rapporti con la sua assistita, rimasti saldi e positivi nonostante la separazione di queste ore. Cahill, infatti, ha scelto di prendersi un anno sabbatico per trascorrere più tempo con i suoi figli e dedicarsi in maniera più intensa alla sua famiglia. Per il coach australiano, dunque, si tratta di una decisione provvisoria che potrà avere ulteriori risvolti nel corso dei prossimi mesi, magari annunciando un ritorno in sella a partire dal 2020.

Nessun problema per la Halep, però, che ha commentato con estrema serenità l’evenienza mostrata da Cahill, arrivando a maturare una decisione del tutto insolita rispetto alla strada intrapresa dalle sue colleghe: “Sono contento per Darren e per la sua scelta di rimanere più vicino alla famiglia. Ho pensato ad eventuali soluzioni alternative, ho dedicato parecchio tempo a questo fattore proprio per non farmi trovare impreparata durante la preparazione atletica, ma ho scelto di non affidarmi ad un coach per i prossimi mesi. Voglio gestire il calendario e le strategie in autonomia, vedremo come andrà la stagione”.

La Halep, dunque, riprenderà il suo cammino in vetta al ranking femminile dopo aver conquistato il primo Slam in carriera a metà di questa stagione, al Roland Garros di Parigi. In un clima di equilibrio precario che caratterizza il circuito WTA, sarà interessante capire quali risvolti si avranno con la sua scelta.


Nessun Commento per “SIMONA HALEP, IL 2019 PARTE SENZA COACH”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.