SINNER: “HO TUTTO DA MIGLIORARE, UNA PARTITA NON CAMBIA LE COSE”

Jannik Sinner sa di avere ancora tutto da migliorare, ma intanto ha staccato il pass per gli ottavi del Miami Open
martedì, 30 Marzo 2021

Tennis. Jannik Sinner ha dimostrato ancora una volta di avere le stigmate del predestinato. Il giovane astro nascente del tennis azzurro è riuscito a tirar su un match diffiicilissimo contro Karen Khachanov nel terzo round del Miami Open.

“Oggi è forse il giorno più caldo, poi c’è un po’ di vento e tanta umidità. Situazioni non facili.

Cerco di adattarmi nel miglior modo possibile alle differenti condizioni dei vari tornei; a volte va bene, altre volte meno. Magari all’inizio io ho sofferto un po’ di più, ma le condizioni erano le stesse per entrambi.

Se all’inizio vado 3-0, forse è più semplice, ma non si sa. Alla fine ho perso il primo set, ho provato a stare lì subito nel secondo e ho annullato una palla break.

Ci alleniamo proprio per incontri di questo tipo, duri fisicamente e mentalmente. Sono contento, ma dopodomani c’è già un’altra partita e si tratta di andare avanti” – ha dichiarato Sinner in conferenza stampa.

“Non si vince solo fisicamente, ci sono sempre anche altre soluzioni. Alla fine del secondo, ho spinto un po’ di più, anche nei game di risposta del terzo e magari l’ho messo fuori equilibrio.

Anche oggi poteva finire al tie-break [come allo US Open e a Melbourne 1] perché lui era 4 pari 40-15, ma ho fatto quattro punti buoni” – ha aggiunto.

Jannik preferisce restare con i piedi per terra: “Ho tutto da migliorare. Non è che, se vinci una partita dura, sei forte e, se magari oggi la perdevo, non sei forte.

Ci sono partite dove l’approccio è giusto e altre dove sbaglio. È proprio l’approccio, l’idea con cui vado in campo, neanche la partita in sé.

Come contro Bedene a Montpellier, ho sbagliato perché non ho fatto il mio gioco. Guardo tantissimo le mie sconfitte e provo a imparare da lì. Poi, se qualche volta a 19, 20, 21 anni vai in campo e sei stanco, non succede nulla, è una partita”.


Nessun Commento per “SINNER: "HO TUTTO DA MIGLIORARE, UNA PARTITA NON CAMBIA LE COSE"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.