APRE FRANCESCA

Il sorteggio ha deciso: la prima sfida della finale di Fed Cup tra Italia e Stati Uniti sarà giocata dalla Schiavone contro l'esordiente Vandeweghe. A seguire la Pennetta incontrerà la Mattek-Sands
venerdì, 5 Novembre 2010

San Diego – Sarà Francesca Schiavone, la nostra n.1, ad aprire contro l’esordiente 18enne Coco Vandeweghe (che a sorpresa ha preso il posto della Oudin) la finale di Fed Cup tra Italia e Stati Uniti al via domani a San Diego in California. Questo l’esito del sorteggio effettuato alle ore 12 locali (le 20 in Italia) all’acquario “SeaWorld” della città statunitense. A seguire, nel secondo match, Flavia Pennetta sfiderà Bethanie Mattek-Sands.

Nella giornata di domenica si giocheranno i due singolari incrociati e la prova di doppio, dove si sfideranno Sara Errani e Roberta Vinci contro Liezel Huber e Melanie Oudin.

Ricordiamo che le convocate azzurre sono: Francesca Schiavone (n.7 del ranking Wta), Flavia Pennetta (n.23), Sara Errani (n.42) e Roberta Vinci (n.38); mentre le americane, in assenza delle sorelle Williams, sono: Bethanie Mattek-Sands (n.58), Melanie Oudin (n.67), Liezel Huber (n.3 di doppio) e Coco Vandeweghe (n.114).

La sfida, che si giocherà domani alle ore 13 americane (le 21 in Italia) sul veloce della San Diego Sports Arena, offre la possibilità alle azzurre di conquistare la coppa per la terza volta in cinque anni (la prima nel 2006 contro il Belgio a Charleroi, la seconda l’anno scorso a Reggio Calabria sempre contro gli Stati Uniti). Le americane, che detengono il primato di edizioni vinte (sono ben 17, l’ultima nel 2000 contro la Spagna) cercheranno la rivincita della sconfitta 2009, rimediata sempre in mancanza delle sorelle Williams.

I precedenti tra Italia e Stati Uniti non sono equilibrati: su 10 incontri l’unica vittoria azzurra è proprio quella della finale dello scorso anno. Le altre 9 sfide sono state tutte vinte dalle statunitensi (primo turno nel 1963 a Londra, quarti di finale nel 1965 a Melbourne, quarti nel 1969 ad Atene, primo turno nel 1971 a Perth, primo turno nel 1973 a Bad Homburg, quarti nel 1984 a San Paolo, quarti nel 1986 a Praga, semifinali ad Ancona nel 1999, quarti a Washington nel 2003).

Non ci sono precedenti tra Francesca Schiavone e Coco Vandeweghe mentre Flavia Pennetta ha sconfitto la giovane statunitense (per 6/2 6/4) nell’unica sfida disputata al primo turno del torneo di Los Angeles nel 2009. La nostra n.1 Schiavone non ha mai incontrato nemmeno Bethanie Mattek-Sands mentre Flavia ha battuto la n.1 della squadra americana 4 volte su 5 incontri.

Le quote delle scommesse sono dalla nostra parte: la vittoria delle azzurre è data a 1,25, mentre quella delle americane a 3,75. Speriamo abbiano ragione…


1 Commento per “APRE FRANCESCA”


  1. guido ha detto:

    Nessun problema per le nostre campionesse, vinceranno alla grande!


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • ROTTA VERSO SAN DIEGO Si avvicina la finale della Fed Cup. Di nuovo opposte le azzurre e le statunitensi, ancora una volta orfane delle sorelle Williams. Andiamo alla scoperta delle otto protagoniste della […]
  • FED CUP: UN TRANQUILLO WEEKEND DI PAURA 2 Fed Cup Italia Ucraina, giorno secondo. Si parte alla pari ma sta per accadere di tutto. I volti e le emozioni delle azzurre riprese da bordo campo
  • DIAVOLESSE DELLA TASMANIA Le nostre ragazze si stanno allenando sui campi dell’isola a sud dell’Australia, in preparazione della sfida con le “aussie”. Barazzutti fiducioso: “Le azzurre sono in forma”
  • FED CUP: PRIMA FRANCESCA, POI SARA Sarà la nostra Schiavone ad aprire la semifinale di Fed Cup tra Italia e Repubblica Ceca al via domani ad Ostrava. A seguire "Sarita" Errani affronterà la n.1 ceka Petra Kvitova
  • PORTA LA FED CUP 2013 A CASA TUA Sei proprietario di un Circolo di tennis e vuoi far disputare nel tuo impianto i match di Fed Cup 2013 tra Italia Stati Uniti? Ora è possibile, basta che la struttura corrisponda ai […]
  • MISTERI DELLA FED La pronosticabile sconfitta di Ostrava,pone inevitabilmente dubbi sul futuro di una nazionale ancora di buon livello, ma priva di ricambi generazionali e con un capitano al comando del […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.