SPAGNA: MOYA’ NUOVO CAPITANO

Dopo la deludente stagione di Davis, la Real Federación Española de Tenis ha ufficializzato il successore di Alex Corretja come capitano della Spagna. Il nuovo timoniere sarà l’ex numero uno al mondo Carlos Moyà.
giovedì, 10 Ottobre 2013

Tennis – Sarà Carlos Moyà il nuovo capitano spagnolo in Coppa Davis. L’ex numero uno al mondo prenderà il testimone da Alex Corretja il cui contratto in scadenza il 31 Dicembre non verrà ovviamente rinnovato.

Moyà, lasciato nel 2010 il tennis giocato, non ha mai nascosto la sua ambizione di poter guidare un giorno il team spagnolo. Ora il momento è arrivato e per Carlos la felicità di un obiettivo raggiunto si mescola alla gioia per l’arrivo del  terzo figlio.

“Giorni molto interessanti sia dal punto di vista umano che professionale”. Così lo spagnolo sottolinea telegraficamente il suo “magic moment”attraverso il profilo twitter.

Tecnicamente Moyà indosserà i panni da capitano solo ad inizio 2014 nella trasferta contro la Germania. Ma il lavoro, del vincitore del Roland Garros nel 1998, potrebbe cominciare da subito cercando di riportare entusiasmo in un team che dopo aver conquistato 4 titoli in 13 anni, ha affrontato lo scorso anno la stagione di Davis più deludente del nuovo millennio. Lo spareggio per rimanere nel World Group è stato evidentemente il segnale inequivocabile che per la Spagna era necessario uno scossone.

Il carisma e l’esperienza di Moyà al servizio della Real Federación Española de Tenis che, probabilmente, punta su un maiorchino nel tentativo di attirarne un altro.

Il legame tra il 37enne ex tennista e Rafael Nadal è noto e radicato negli anni. Da quando il ritrovato numero 1 Atp era bambino e muoveva “velocemente” i suoi primi passi ispirato dallo stesso Moyà che ora, da capitano, dovrà riportare la Spagna ai livelli che le competono, convincendo un Nadal latitante negli ultimi 18 mesi, a rispondere con maggiore frequenza alle chiamate in Coppa Davis.

Moya sarà presentato alla stampa oggi a mezzogiorno presso la sede del Consiglio Superiore del Sport (CSD), firmerà per un anno e non avrà la figura del vice-capitano, ma potrà contare sul supporto e l’esperienza di Albert Costa capitano dell’ultimo successo spagnolo in Coppa Davis nel 2011.

Singolare il dato che lega Carlos Moyà con il predecessore Alex Corretja. Da giocatori i due si affrontarono nel 1998 nella finale del Roland Garros, dove il neo capitano spagnolo con il punteggio di 6-3 7-5 6-3 si aggiudicò il primo ed unico Slam della carriera ai danni di un Corretja che oggi, a distanza di 15 anni, si vede nuovamente costretto a lasciare spazio al collega e connazionale.


Nessun Commento per “SPAGNA: MOYA’ NUOVO CAPITANO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • LA SPAGNA A CORRETJA I campioni in carica della Coppa Davis si affidano ad Alex Corretja come capitano per un 2012 senza Nadal e Ferrer
  • COPPA DAVIS PLAY OFF, TUTTI GLI ACCOPPIAMENTI Sorteggiati gli accoppiamenti per gli spareggi del World Group. Trasferte insidiose per Serbia e Spagna impegnate rispettivamente in India e Brasile.
  • ALEX CORRETJA RACCOGLIE I COCCI DELL’ARMADA Abituati a vincere, gli spagnoli di Coppa Davis sono sotto shock. Il capitano Alex Corretja sposta l’attenzione al prossimo match con il Canada: “Ci aspetta un duro lavoro; speriamo che […]
  • CARLOS MOYA: «MCENROE O EDBERG I MIEI COACH IDEALI» Il 40enne tennista maiorchino Carlos Moya sceglie due grandissimi del tennis di tutti i tempi, McEnroe ed Edberg, come suoi ideali supercoach
  • MOYA: “L’OBIETTIVO È VINCERE” TENNIS - Il nuovo capitano spagnolo di Coppa Davis non si nasconde: "Siamo la Spagna, abbiamo il numero 1 e il numero 3 del mondo, quindi dobbiamo puntare al top". Sul futuro del tennis […]
  • ALEX CORRETJA: IL MAGNIFICO ROVESCIO Tennista troppo buono e corretto, aveva in Carlos Moya la sua bestia nera. E’ suo il record della partita più lunga al Roland Garros: 5 ore e 31 minuti

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.