STAGIONE CHE VAI…NUOVO COACH CHE TROVI

Finita la stagione 2016, molti tennisti professionisti, invece di fare una buona autocritica, decidono invece di correre ai ripari cambiando i loro coach...
lunedì, 5 Dicembre 2016

Tennis – L’off-season alla fine è arrivato, il momento in cui i tennisti fanno il punto della situazione. Il momento in cui ogni tennista parla con sé stesso, cercando di capire cosa è andato e cosa non è andato durante la stagione..oltre alle consuete frasi “basta, da oggi si cambia”. Ma la maggior parte dei giocatori non conclude la propria off-season con un’analisi costruttiva e coerente…delle volte è sufficiente e comodo cambiare coach.

Prendiamo vari esempi: Milos Raonic, che ha chiuso il 2016 con il best ranking, numero 3 (dietro a Andy Murray e Nole), ha salutato un po’ inaspettatamente Carlos Moya: “Ringrazio Carlos per avermi enormemente aiutato quest’anno, al fianco del mio team, a dare il meglio di me . Con lui ho disputato la migliore stagione della mia carriera, non lavoreremo più insieme ma restiamo amici”. Ma Moya non è stato il primo: Riccardo Piatti, Ivan Ljubici e John McEnroe, che si era brevemente unito allo staff del canadese alla vigilia della stagione sull’erba ma aveva chiuso la collaborazione per impegni televisivi.

Curioso il caso delle due più forti tenniste ceche nel ranking mondiale: a scambiarsi di posto gli allenatori di Karolyna Pliskova e Petra Kvitova. Ovvero Jiri Vanek, svincolato a metà novembre prima del trionfo ceco in Fed Cup, che diventa il nuovo allenatore di Petra, mentre David Kotyza, per sette anni consigliere della due volte campionessa di Wimbledon, seguirà Karolina. La Kvitova, dopo un anno abbastanza altalenante ha provato a lavorare prima con Frantisek Cermak (5 mesi) e poi con Wim Fissette (poche settimane).

Madison Keys ha da poco licenziat Thomas Hogstedt, nonostante gli ottimi risultati raggiunti insieme. Negli ultimi due anni, la statunitense ha collaborato con: Lindsay Davenport, Jesse Levine e Mats Wilander.

Johanna Konta: la numero uno britannica ha infatti chiuso il suo rapporto professionale con Esteban Carril. La collaborazione tra l’allenatore spagnolo e la tennista era iniziata due anni fa, quando Johanna era fuori dalle top cento.

David Goffin, che ha terminato la collaborazione con Thomas Johansson. Tale collaborazione, iniziata lo scorso febbraio, aveva portato il belga ad un passo dalla top ten.

Elina Svitolina: l’ucraina, tramite un post su FB, ha annunciato la separazione da Iain Hughes che la seguiva dal 2014: “Dopo due anni e mezzo di successi, il mio rapporto professionale con Iain è terminato: vorrei ringraziarlo per tutto quello che ha fatto. Mi ha portato molte cose, sia dentro che fuori dal campo, rendendomi una tennista migliore e aiutandomi a raggiungere tanti obiettivi. È stata un’esperienza dal valore incalcolabile. Gli auguro tutto il meglio e lo ringrazio per l’impegno che ha messo nella mia carriera”.

Le cose cambiano anche nel Bel Paese dove ci sono stati due cambiamenti piuttosto importanti. Fabio Fognini ha scelto Franco Davin come nuovo coach, al posto di Jose Perlas (che ha allenato Gaston Gaudio e Juan Martin Del Potro). Sara Errani che si sta allenando al Centro tecnico federale di Tirrenia con Wim Fissette, che ha preso il posto di Pablo Lozano dopo 12 anni di collaborazione.

Andy Murray ha riportato a casa, nel mese di giugno, Ivan Lendl (già suo coach dal 2012 al 2014): da allora lo scozzese ha perso solo 3 delle 55 partite giocate ed ha compiuto una rimonta incredibile fino a spodestare il serbo dalla posizione numero 1.

Marin Cilic ha scelto un nuovo coach: lo svedese Jonas Bjorkman, che ha preso il posto di Goran Ivanisevic, il quale è entrato a far parte dello staff tecnico di Tomas Berdych.

Dalla Germania rimbalzano rumors secondo cui la collaborazione tra Novak Djokovic e Boris Becker sarebbe ad un bivio. L’ex numero uno del mondo avrebbe chiesto a Becker di continuare a lavorare con lui anche nel 2017, ma la risposta di Boris sarebbe stata un aut aut con Pepe Imaz, il coach mentale di Novak. Cosa farà dunque Djokovic?

To be continued…


Nessun Commento per “STAGIONE CHE VAI...NUOVO COACH CHE TROVI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.