STAKHOVSKY IL VINCENTE

L'ucraino fa sua la finale di New Haven superando Istomin in tre set e confermando la sua imbattibilità nelle fasi finali dei tornei
domenica, 29 Agosto 2010

New Haven (USA) 29 Agosto 2010 – Sergiy Stakhovsky continua a vincere finali. Non si tratterà di titoli dello slam, ne’ di tornei di livello incredibile, ma rimane il fatto che ogni volta in cui l’ucraino è riuscito a superare i quarti di finale in un torneo ATP, ha anche conquistato il titolo. Il quarto titolo per Segiy è giunto nella nottata superando in tre set Denis Istomin, che invece è costretto ad archiviare con una sconfitta la sua prima finale della carriera (nonche’ prima in assoluto per un giocatore dell’Uzbekistan). Niente male comunque per un giocatore che la scorsa settimana era stato costretto al ritiro a Cincinnati.

La finale. La partita si è conclusa per 3-6 6-3 6-4, un punteggio non completamente fedele ad un match dominato dal servizio. Infatti ciascuno dei tre set è stato deciso da un singolo break. In particolare Stakhovsky è stato capace di concretizzare le due sole palle break concesse da Istomin, mentre l’uzbeko ne ha messa a segno una su tre. Un match piuttosto nervoso, in cui la risposta ha spesso tradito i due avversari, e in cui la maggiore esperienza con la vittoria dell’ucraino si è probabilmente rivelata la carta decisiva.

Sergiy l’incostante. E’ difficile interpretare una carriera come quella di Stakhovsky fino ad oggi. Grazie ai successi di New Haven l’ucraino è riuscito a  portare il bilancio della sua carriera a 51 vittorie e 49 sconfitte, uno score che contrasta con i suoi quattro titoli (oltre a quello di ieri, s-Hertogenbosch quest’anno, San Pietroburgo 2009 e Zagabria 2008), che da soli costituiscono quasi la metà dei suoi successi totali! Difficile dire se Sergiy sia in grado di esprimere il suo miglior tennis solo quando le motivazioni crescono, quindi nella fasi finali, o se sia un tipo molto lunatico, che trova di quando in quando la “settimana giusta” per poi immergersi in periodi di letargo. Non si può comunque escludere che questa tendenza prima o poi si interrompa in un senso o nell’altro, ossia che Sergiy inizi a cogliere risultati intermedi, oppure che le sue settimane da leone si moltiplichino proiettandolo verso le vette della classifica. Classifica che comunque domani gli regalerà il record personale.

A New York. Ovviamente entrambi i finalisti si presenteranno ai nastri di partenza dello US Open. Il vincitore sarà opposto a Peter Luczak nel primo turno, ed è inserito in un settore di tabellone non particolarmente ostico, con Ljubicic (possibile ostacolo al secondo turno) e Feliciano Lopez come teste di serie. Negli eventuali ottavi di finale Sergiy potrebbe incontrare Rafael Nadal. Ma prima di Sergiy, Rafa potrebbe trovare sulla sua strada proprio Denis Istomin, sorteggiato al primo turno contro Maximo Gonzalez per poi sfidare il numero uno del mondo (a meno di una sorpresa causata da Teimuraz Gabashvili al primo turno).


Nessun Commento per “STAKHOVSKY IL VINCENTE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • LA PRIMA DI ISTOMIN L'uzbeko raggiunge la prima finale ATP della carriera superando Troicki in tre set. Ultimo ostacolo Sergiy Stakhovsky, che ha eliminato De Bakker
  • IL GIORNO DI STAKHOVSKY A New Haven l'ucraino vince cinque set in un solo giorno eliminando Robredo e Baghdatis. In semifinale lo raggiungono De Bakker, Troicki e Istomin
  • NEW HAVEN, EUROPA DELL’EST Denis Istomin guida un plotone di giocatori dell'est europeo che invade i quarti di finale a New Haven. Solo lo stakanovista Baghdatis e De Bakker fanno eccezione
  • SEPPI E STARACE SUBITO FUORI Perdono in due set gli unici due azzurri presenti nel tabellone di New Haven. Tornano al successo Blake e Stepanek
  • GONZALEZ ANCORA NON C’E’ Radek Stepanek elimina nettamente Fernando Gonzalez ancora lontano da una condizione accettabile. Baghdatis riprende la sua corsa, Lacko elimina Bellucci, Malisse si ritira
  • CHALLENGER DI ANDRIA, BERRETTINI SORPRENDE ROBREDO Continua la corsa di Stakhovsky e Vanni al Challenger di Andria, Robredo saluta la Puglia nei quarti di finale

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.