STRAGE LAS VEGAS: MARDY FISH DOVEVA ESSERE LÁ

I grandi del tennis si uniscono al lutto mondiale per gli avvenimenti di Las Vegas. Dopo Laura Robson, Mardy Fish scrive sui social che avrebbe dovuto partecipare al concerto...
martedì, 3 Ottobre 2017

Tennis – Su Twitter sono stati diversi i tennisti a esprimere il loro cordoglio per la strage di Las Vegas avvenuta domenica 1 ottobre, dove il 64enne Stephen Paddock – morto suicida nella sua stanza prima che la polizia facesse irruzione – ha sparato dalla finestra del 32esimo piano di un hotel mentre era in corso un concerto di musica country, uccidendo 59 persone e ferendone più di 500. 

Sono stati tanti i tennisti preoccupati per la salute dei feriti e fortemente scossi per la grave vicenda.

Spero stiate bene“ ha scritto Nick Kyrgios, mentre il connazionale Thanasi Kokkinakis non se ne capacita: “Che follia“.

Jack Sock: “Vegas sei nei nostri pensieri e preghiere, sii forte

Si è salvato grazie al figlio, invece, Mardy Fish che avrebbe dovuto partecipare al concerto: “Dovevo essere lì ma mio figlio si è ammalato all’ultimo minuto. Pazzesco. Mi unisco alle preghiere“.

Il coach di Simona Halep, Darren Cahill: Il mio pensiero va a voi. Ho parlato con molti amici lì, alcuni erano al concerto e stanno bene. Qualcosa di terrificante. I miei cuori vanno a voi tutti“.

Nicole Gibbs: “Prego per tutti quelli che erano a Las Vegas. Cosa c’è che non va nella testa delle persone…”.

Cosa posso dire? Cosa possiamo fare? Ho il cuore spezzato per le vittime di Las Vegas. Prego per le famiglie, le vittime e, onestamente, il nostro futuro” ha scritto l’ex numero 1 del mondo, Serena Williams.

Commossa Eugenie Bouchard:Las Vegas, piango per te..il mio cuore è con te“.

C’è chi, come Caroline Wozniacki, non solo twitta parole di cordoglio “Mi spezza il cuore sapere cosa sia successo a Las Vegas..i miei pensieri e le mie preghiere vanno a tutte le persone colpite” ma ritwitta anche le comunicazioni della polizia di Las Vegas rivolto alle famiglie dei dispersi.

Cordoglio anche da parte delle statunitensi Madison KeysNon posso nemmeno descrivere lo strazio..pensieri e preghiere a tutti i colpiti“, Sloane StephensPenso alle vittime e ai loro familiari di Las Vegas. Siamo con voi nel lutto” e Christina McHale Mi spezza il cuore sapere queste notizie #prayforvegas“.

 


Nessun Commento per “STRAGE LAS VEGAS: MARDY FISH DOVEVA ESSERE LÁ”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.