PARIGI, TATJANA MARIA SI SCAGLIA CONTRO LA CORNET

La francese rischia di subire un'azione legale da parte di Tatjana Maria, che l'ha accusata di scarso fair play nel match perso al Roland Garros
domenica, 29 Maggio 2016

TENNIS – In uno sport che predilige il politically correct, e su un palcoscenico talmente prestigioso da imporre un codice di comportamento più ferreo del normale, parlare di azioni legali tra i protagonisti in campo è un caso più unico che raro, ma soprattutto estremo. È quello che è successo dopo i due match di giovedì e venerdì al Roland Garros, durante i quali Tatjana Maria e Alize Cornet si sono affrontate sia in singolare che in doppio.

La giocatrice tedesca è riuscita ad imporsi sulla francese al fianco della Brengle nel match di venerdì, ma la polemica è scoppiata ventiquattro ore prima, quando la tennista transalpina è riuscita ad imporsi in un match carico di tensione emotiva e non solo. Il 6-3 6-7[5] 6-4 con cui la padrona di casa ha ottenuto l’accesso alla fase successiva ha scatenato le polemiche della sua avversaria, che lamenta un discusso intervento dello staff medico a partita in corso, volto prevalentemente al recupero delle energie piuttosto che ad un concreto beneficio senza il quale la Cornet non avrebbe proseguito la sfida. Alize, infatti, avrebbe chiesto l’ingresso in campo del fisioterapista per un problema di crampi, che non è consentito dal regolamento.

Dopo aver consultato esperti legali del settore, Tatjana Maria ha spiegato la sua posizione a mezzo stampa: “In campo non sono state seguite le regole. Non è una giocatrice che rispetta lo spirito di questo sport, anzi è solita mettere in mostra atteggiamenti decisamente contrari. Ma si può sorvolare fino ad un certo punto, non sono disposta ad accettare l’ennesimo spettacolo negativo, peraltro in un evento così importante“.

La mancanza di fair play denunciata ai microfoni de L’Èquipe potrebbe avere seguito anche fuori dal campo, con la tedesca che sembra intenzionata a procedere per vie legali, per quanto possa servire ai fini del risultato. Resta da capire, comunque, quali termini dovrà seguire l’accusa e in che modo potrà difendersi la Cornet, considerando i tempi ristretti e l’eliminazione ormai certificata dal match contro Venus Williams.

Il match di doppio andato in scena il giorno dopo, però, ha acuito il rancore tra le due giocatrici, visibilmente ostili sia durante gli scambi dell’incontro, sia nelle fasi precedenti, intermedie e successive. Un clima a dir poco teso che rischia di avere ripercussioni nei giorni a seguire, ma che soprattutto rischia di macchiare lo svolgimento del Roland Garros e la gestione dell’incontro da parte degli organi arbitrali. La battaglia è aperta.


Nessun Commento per “PARIGI, TATJANA MARIA SI SCAGLIA CONTRO LA CORNET”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.