TENNIS: ATP. HAAS OPERATO AL PIEDE, SEI MESI DI STOP “MA TORNERO'”

venerdì, 15 Aprile 2016
BERLINO (GERMANIA) - La storia si ripete per Tommy Haas, per l'ennesima volta. Il tennista tedesco, 38 anni compiuti da una decina di giorni, ha infatti subito un'altra operazione, la nona, e sara' indisponibile per lungo tempo, almeno sei mesi. Dopo i problemi alla spalla e altri guai fisici che ne hanno accompagnato la carriera (gomiti, fianchi e caviglie), stavolta l'ex numero 2 del mondo ha dovuto fare i conti con la lacerazione di un legamento del piede destro, un infortunio che ha cominciato a tormentarlo all'Atp Masters 1000 di Shanghai dello scorso ottobre e si e' acutizzato pochi giorni dopo nel torneo di Vienna, al punto da non riuscire quasi a camminare. Tuttavia, nonostante la carta d'identita', non ha alcuna voglia di mollare, gia' pensando al suo ritorno per il 2017. "Sapevo che avrei dovuto eseguire l'intervento chirurgico anche se non avessi giocato piu' a tennis professionalmente. Era dunque la strada da percorrere e ora devo dedicarmi a un lungo processo di riabilitazione - ha spiegato Haas dall'ospedale, proiettando lo sguardo gia' verso ottobre - So che stavolta c'e' una possibilita' di non poter tornare in campo. Sara' un compito difficile, ma non c'e' alcun dubbio nella mia mente. Non c'e' dubbio che ci provero'". . mc/red
News in collaborazione con 0

I commenti sono chiusi.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.