TENNIS: AUSTRALIAN OPEN. MURRAY DICE BASTA “SPERO ARRIVARE WIMBLEDON”

venerdì, 11 gennaio 2019
MELBOURNE (AUSTRALIA) - Andy Murray dice basta. In una conferenza stampa shock a Melbourne, il campione scozzese ha confermato che prendera' parte agli Australian Open al via lunedi' - torneo dove ha raggiunto per 5 volte la finale - ma ha anche annunciato che a causa del persistere del dolore all'anca ha deciso di chiudere la sua carriera e spera di riuscire a farlo sull'erba di Wimbledon, dove ha trionfato nel 2013 e nel 2016. Il 31enne di Dunblane non e' sicuro nemmeno di riuscire a continuare fino a luglio: venti mesi tra cure, operazione (esattamente un anno fa) e riabilitazione non sono infatti bastati a risolvere i problemi all'anca destra. Il calvario del vincitore di 45 titoli Atp, tra cui tre Slam (oltre ai due Wimbledon citati gli Us Open 2012), e due ori olimpici, a Londra 2012 e Rio de Janeiro 2016, non riesce a ritrovare la condizione ottimale per poter competere. "Ho sopportato il dolore da venti mesi a questa parte - ha detto Murray - Le ho provate tutte per cercare di far stare meglio la mia anca. Ha aiutato ma non abbastanza: sono in condizioni migliori rispetto a sei mesi fa ma avverto ancora molto dolore. Ed e' dura". - (SEGUE). mc/com
News in collaborazione con 0

I commenti sono chiusi.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Gennaio 2019

  • Nole è sempre Nole. Djokovic chiude l'anno da n.1 per la quarta volta rimontando addirittura dalla posizione n.22 che occupava a metà del 2017, l'ennesima prova di carattere, volontà e talento del serbo.
  • Zverev apre una breccia. A chiudere in bellezza il 2018 è stato il giovane tedesco col trionfo al Masters, e ora la domanda nasce spontanea: il 2019 sarà l'anno dell'atteso ricambio generazionale in campo Atp?
  • Anno nuovo Davis nuova. Ormai ci siamo, è tempo di rivoluzione in ambito Davis. Si riparte con la nuova formula, ma le polemiche non si placano.