TENNIS E FIORI D’ARANCIO COMBINAZIONE LETALE? PARE DI NO

TENNIS - Con il matrimonio tra Novak Djokovic e Jelena Ristic appena annunciato, andiamo a spulciare tra gli annali come è cambiato il rendimento dei tennisti vincitori di Slam dopo il grande passo
venerdì, 27 Settembre 2013

Tennis. E così anche il buon Novak Djokovic sta per compiere quello che viene definito come “il passo più importante”. Ieri infatti il numero uno del mondo ha annunciato la lieta novella tramite Twitter: postando una foto in compagnia della sua storica fidanzata Jelena Ristic, il serbo ha annunciato il fidanzamento ufficiale e le prossime nozze con la connazionale. La notizia non ha destato più di tanto clamore dato che i due fanno coppia fissa oramai dal lontano 2006 con lei che segue assiduamente gli impegni nel Tour di lui oltre a gestire gli interessi, in qualità di CEO, della Fondazione Novak Djokovic.

Si tratta solo dell’ultimo esempio di un tennista che sceglie di convolare a nozze quando è ancora nel pieno della sua carriera di atleta. A tal proposito il magazine TheTennisSpace.com è andato ad indagare quali sono stati gli effetti di un impegno del genere sul rendimento di illustri colleghi di Nole, anche del passato, che hanno deciso di compiere questo importante passo. Così da poter immaginare anche gli effetti futuri sul serbo e sulle sue prossime performance.

Novak Djokovic lo scorso gennaio ha portato a casa il suo quarto Australian open (terzo consecutivo) che ha fatto salire a sei la quota di Slam vinti dal serbo. Oggetto della nostra indagine saranno proprio i non pochi tennisti che conservano nella loro bacheca personale almeno sei titoli del Grande Slam. Per ricercare il primo non bisogna andare di molto lontano nel tempo e nello spazio. Roger Federer, mister 17 Slam, ne aveva già 13 in saccoccia quando si è unito in matrimonio all’ex tennista svizzera (di origini slovacche) Miroslava Vavrinec, meglio conosciuta come Mirka. L’impegno coniugale, unito alla quasi contemporanea nascita delle due gemelline, non ha però tolto verve al campione elvetico che in seguito ha infilato altre quattro vittorie Major (un Roland Garros, un Australian Open e due Wimbledon) oltre a due successi alle Finals di Londra.

Tornando un po’ indietro nel tempo troviamo Jimmy Connors. Il terribile statunitense sposò nel 1979 la modella di Playboy Patty McGuire portando in dote ben cinque titoli dello Slam ed arricchendo la sua collezione anche dopo la luna di miele trionfando altre due volte nel Major di casa a New York ed una ai Championships. Lo stesso fece Mats Wilander. L’australiano fu vincitore di sette Slam, tre dei quali conquistati tra Flushing Meadows, Parigi e Melbourne dopo il matrimonio con Sonya, modella di origini sudafricane.

Dietro questi esempi virtuosi c’è poi stato anche chi troppo oberato da impegni coniugali, e non, ha avuto qualche difficoltà in più a ripetersi su palcoscenici importanti. È il caso dei vari Ivan Lendl, Pete Sampras, Boris Becker e Stefan Edberg. Tutti grandi tennisti con una cosa in comune. Dopo il matrimonio non sono andati oltre quota uno Slam conquistato. Lendl sei giorni dopo aver perso la finale dello Us Open 1989 per mano di Becker convolò a nozze con Samantha Frenkel per poi recarsi, dopo una brevissima luna di miele, a Barcelona dove avrebbe partecipato ad un torneo (stacanovista!). Il ceco si è poi regalato l’Australian Open del’90, ultimo acuto prima del ritiro. Il 14 volte campione Slam Sampras dette l’addio al celibato nel 2000 sposandosi con l’attrice Bridgette Wilson e quasi un anno dopo batte’ Andre Agassi nella finale di New York. Sei titoli per Becker all’epoca del suo primo matrimonio nel 1993 con l’attrice Barbara Feltus (poi arenatosi ufficialmente nel 2000). Il teutonico ha poi arricchito la bacheca con il trofeo di Melbourne datato 1996. Ad inizio anni ’90 risale lo sposalizio tra Edberg ed Annette Hjort Olsen (ex fiamma proprio del connazionale Wilander) mentre la sua ultima vittoria in un Major risale allo Us Open del 1992.

Un caso complicato è quello del sopracitato Agassi. Anche il campione statunitense ha riscosso un ultimo successo dopo il matrimonio con la collega Steffi Graf avvenuto nel 2001. Trattasi dell’Australian Open 2003 dove annichilì in finale Rainer Schüttler. Nessun successo invece per lui durante il patinatissimo matrimonio con l’attrice Brooke Shields durato dal 1997 al 1999, subito dopo la rottura Agassi conquistò due titoli dello Slam.

A questo punto viene da chiedersi, con Federer già oramai marito navigato e Djoker in procinto di sistemarsi, quando toccherà al resto dei Fab Four. Il matrimonio tra Rafael Nadal e Francisca Perello sembrava qualche tempo fa una questione di tempo, ma poi è stato tutto rimandato. Per quanto riguarda Murray ancora nulla si è detto sul futuro della sua relazione con la modella Kim Sears. Del resto sappiamo il rapporto che lo scozzese, probabilmente testimone di nozze dell’amico Nole, ha con le pressioni esterne.


Nessun Commento per “TENNIS E FIORI D'ARANCIO COMBINAZIONE LETALE? PARE DI NO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • SI SALVI CHI PUÒ Il fatidico 21-12-2012 si avvicina inesorabile. Nel frattempo, noi proseguiamo nel nostro arduo tentativo di salvare il salvabile. Dopo ‘I Quattro Moschettieri di Francia’, Don Budge, […]
  • BECKER, LENDL, EDBERG: RITORNO AL PASSATO TENNIS - Andy Murray ha inaugurato la tendenza verso la fine del 2011, scegliendo Ivan Lendl come coach. Pochi giorni fa è arrivata la notizia della collaborazione tra Novak Djokovic e […]
  • LA PIÙ GRANDE RIVALITÀ DI SEMPRE? Quella di Parigi è stata la quinta finale di Slam tra Nadal e Djokovic, quarta consecutiva. Meglio di loro soltanto lo stesso 'Rafa' e Federer a quota otto, ma il duo serbo-spagnolo, […]
  • LO SPOT? FALLO E BASTA La tv è teatro di una sfilata di spot dove gli sponsor celebrano i loro testimonial che, in diversi casi, sono tennisti. Da un impacciato Borg, all’irriverente Agassi, dalla dignità di […]
  • COLPI DA CAMPIONE: ROVESCIO MASCHILE Da scudo difensivo ad arma capace di rovesciare le sorti di un incontro, l'evoluzione tecnico-tattica del colpo più rivoluzionato di uno sport “tradizionale”. E fra i 5 migliori esponenti […]
  • GLI “IMMARCESCIBILI” A Wimbledon abbiamo assistito ai trionfi di Roger Federer e Serena Williams, due arzilli ultra-trentenni ormai sulla cresta dell'onda da più di una decade. Prima di loro, anche altri […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.