TENNIS: HOPMAN CUP. FEDERER E SERENA WILLIAMS STAR DELLA 31^ EDIZIONE-2-

martedì, 27 novembre 2018
La nazione piu' vincente in Hopman Cup sono gli USA con 7 trofei, l'ultimo dei quali conquistato pero' nel 2011, davanti alla Spagna con 4 titoli. I team nazionali sono divisi in due gironi da quattro squadre e sono costituiti da un giocatore e una giocatrice. In ciascuna si disputa un singolare femminile, un singolare maschile (non necessariamente in quest'ordine) e un doppio misto. La prima classificata di ciascun raggruppamento guadagna l'accesso alla finale. Anche in questa edizione il doppio misto si giochera' con il format del Fast4, introdotto nel 2017, che rende il gioco piu' veloce ed avvincente: il set e' a quattro game con tie-break sul 3-3, niente let sul servizio ne' giochi ai vantaggi (deciding point). I gironi. Gruppo A: Germania (Angelique Kerber e Alexander Zverev), Francia (Alize Cornet e Lucas Pouille), Australia (Ashleigh Barty e Matthew Ebden) e Spagna (Garbine Muguruza e David Ferrer). Gruppo B: Stati Uniti (Serena Williams e Frances Tiafoe), Svizzera (Belinda Bencic e Roger Federer), Grecia (Maria Sakkari e Stefanos Tsitsipas) e Gran Bretagna (Katie Boulter e Cameron Norrie). . mc/com
News in collaborazione con 0

I commenti sono chiusi.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.