TENNIS: INTERNAZIONALI. MALAGO’ "VALUTARE SE RESTARE AL FORO ITALICO"

venerdì, 15 Maggio 2015
ROMA - "Il Foro Italico e' il posto piu' bello al mondo dove svolgere un torneo di tennis. Nella sua prerogativa per essere cosi' bello, qualche prezzo da pagare ce l'abbiamo, su varie problematiche. Un giorno dovremo dire se restare qui e continuare a fare miracoli, oppure se bisognera' prendere coraggio e fare come i francesi e gli americani con Roland Garros e Flushing Meadows". Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malago', facendo una riflessione sull'opportunita', seppur prematura al momento, di spostare gli Internazionali di tennis dal Foro Italico in un'altra location. "Il Foro Italico e' il posto piu' bello del mondo - aggiunge il numero uno dello sport italiano durante un suo intervento alla presentazione dell'accordo Coni-Bnl al Foro Italico -, e' 'supervincolato', qualche riflessione si deve fare. Se hai un prato verde e vergine, razionalmente ti metti in condizione di organizzare tutta una serie di asset che oggi e' difficile realizzare". Tra i lavori indispensabili per sfruttare il Foro Italico in tutto l'arco dell'anno, c'e' l'annosa questione della copertura del Centrale: "A breve - rivela Malago' - verra' convocata una Conferenza dei Servizi con il Comune di Roma, la Citta' Metropolitana, la Regione Lazio, il Ministero dei Beni Culturali per portare avanti il progetto di copertura del Centrale. Uno stadio che si potra' aprire tutto l'anno e consentira' di essere usato non solo per il tennis. Si dice che questa operazione valga 20 milioni e sembrerebbe che ci possa consentire di avere qualche posto in piu' per l'upgrade all'Atp". sds/ari/red
News in collaborazione con 0

I commenti sono chiusi.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.