TENNIS: NADAL VERSO RIENTRO, LO ZIO TONI"MA ALL’INIZIO NON DEVE FORZARE"

sabato, 22 Dicembre 2012
MADRID (SPAGNA) - Il conto alla rovescia per l'atteso rientro e' agli sgoccioli. Il 26 dicembre Rafa Nadal partira' alla volta di Abu Dhabi dove, due giorni dopo, tornera' a giocare contro uno tra Andy Murray e Janko Tipsarevic nel torneo di esibizione "Mubadala World Tennis Championship". Si trattera' della prima uscita del mancino di Manacor dall'eliminazione al secondo turno di Wimbledon del 28 giugno scorso. "Ad oggi non posso fare alcuna previsione su quello che sara' il rendimento di Rafa ad Abu Dhabi - confessa ad 'As' lo zio-allenatore Toni Nadal - E' un processo naturale di recupero progressivo di certe sensazioni, andiamo piano e senza forzare. Anche se tutto va bene e le ginocchia sono ok, Rafa, dopo essere rimasto fermo per sei mesi, e' ancora lontano dal suo miglior livello". I problemi di tendinite che hanno tenuto Nadal lontano dai campi per tutto questo tempo sono comunque alle spalle anche se "i medici ci hanno chiesto di essere prudenti almeno all'inizio. Vedremo come va ad Abu Dhabi e poi a Doha". Questi i primi due appuntamenti dello spagnolo prima degli Australian Open. "Le sensazioni sono buone ma ad Abu Dhabi e Doha ne sapremo di piu', l'idea e' di andare a Melbourne, e' nei nostri programmi ma c'e' da aspettare e vedere - avverte - Li' ci sono incontri di cinque set e a questi livelli non e' semplice. Un'altra idea e' concentrarsi sulla terra battuta ma non e' facile con tanti tornei sul veloce". Nadal, dal canto suo, conta di sfruttare il primo mese del 2013 per rimettersi in forma. "Il ginocchio va meglio ma non e' ancora perfetto - ha ammesso a 'Canal Plus' - L'obiettivo e' presentarmi al meglio ai Masters di Indian Wells e Miami e arrivare al top a Montecarlo". . glb/red
News in collaborazione con 0

I commenti sono chiusi.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.