THE BODY COMPIE 40 ANNI. AUGURI

Un nomignolo che dice molto sulle caratteristiche fisiche e tecniche di Mary Pierce. Tennista nata in Canada ma di nazionalità francese, ha saputo sfidare tenniste che hanno fatto la storia dello sport negli anni Novanta e Duemila. Ne è spesso uscita sconfitta, ma ha anche ottenuto vittorie di grande prestigio.
giovedì, 15 Gennaio 2015

Tennis – The Body, questo il nomignolo di Mary Pierce. Fisico atletico, muscoloso e potente, la francese nata a Montreal è stata una delle tenniste più forti degli anni Novanta. Il suo gioco, caratterizzato dai colpi molto potenti e profondi, ha messo spesso in difficoltà avversarie ben più blasonate di lei come Steffi Graf, Lindsay Davenport, Martina Hingis, Monica Seles, le sorelle Williams. Oggi compie 40 anni. Ripercorriamo brevemente la sua carriera.

La giovane Mary Pierce si fa notare tra il 1989 e il 1990, quando vince due titoli Itf a York e Braunfels (Stati Uniti). Da qui al 2000, con l’eccezione del 1994, vincerà almeno un titolo tra singolare e doppio, tornando poi alla vittoria nel 2003 e vincendo ancora altri due tornei nel 2004 e nel 2005. In tutto saranno 18 i suoi titoli Wta, dei quali 7 in doppio e i restanti in singolare.

Buone prestazioni anche nei tornei del Grande Slam, non proprio facili da vincere nell’era del dominio di Steffi Graf e Monica Seles prima e di Lindsay Davenport, Martina Hingis e delle sorelle Williams poi. Ma The Body stupisce il pubblico e gli esperti una prima volta nel 1995, quando vince gli Australian Open senza perdere neanche un set, battendo in finale Arantxa Sanches Vicario con il punteggio di 6-3, 6-2.

Si ripete poi in un major nel 2000. È lo slam che la consegna alla storia, il Roland Garros. Mary Pierce vince in casa a 33 anni dall’ultima vittoria di una francese, Françoise Dürr. Lo fa battendo in finale Conchita Martinez, dopo una battaglia in semifinale contro Martina Hingis e dopo aver eliminato ai quarti di finale Monica Seles. Si ripete poi anche nel doppio, in coppia con Martina Hingis, alzando al cielo i trofei più importanti di tutta la sua carriera.

Il 1995 e il 2000 coincidono anche con le migliori annate dal punto di vista del ranking Wta. Ma Mary Pierce torna nella top ten anche nel 2005, quando gioca ancora una volta la finale a Parigi battendo ai quarti, da numero 21 del mondo, l’allora numero 1 Lindsay Davenport. Perde poi da Justine Henin, che la regola con un netto 6-1, 6-1. In quell’anno gioca anche l’ultimo atto a New York. A Flushing Meadows si presenta in finale per la terza volta, la prima nel 1994 e la seconda nel 1999, ma trova in finale Kim Klijsters che le impedisce di festeggiare il suo terzo titolo slam. Chiude l’anno al numero 6 Wta dopo quattro anni di assenza nella top ten.

Le soddisfazioni arrivano anche in Fed Cup. Mary Pierce firma con la sua presenza e con le sue prestazioni le uniche due vittorie dell’Equipe de France del tennis femminile, nel 1997 contro i Paesi Bassi e nel 2003 contro gli Stati Uniti. Gioca anche la finale del 2005, ma la Russia di Elena Dementieva, Anastasija Myskina e Dinara Safina si rivela avversario troppo solido per lei e per Amelie Mauresmo.

Nell’ottobre del 2006, all’età di 31 anni, Mary Pierce subisce un grave infortunio mentre è impegnata nel torneo di Linz che ne decreta la sostanziale fine della carriera. Non si ritira ufficialmente dal tennis agonistico, ma non metterà mai più piede in un campo da tennis.

The Body non ha avuto vita facile nel tennis. Ha giocato contro le migliori della storia e ha subito sconfitte pesanti. Ma è riuscita ugualmente a togliersi molte soddisfazioni sui campi di tutto il mondo, prendendosi le proprie, legittime rivincite, superando quelle stesse atlete che l’avevano battuta e vincendo tornei su tutte le superfici sia in singolare che in doppio. Buon compleanno.


Nessun Commento per “THE BODY COMPIE 40 ANNI. AUGURI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • BUON COMPLEANNO ANA KOURNIKOVA L’ex numero 8 Wta compie 35 anni. In carriera ha vinto 16 tornei, tra cui due Slam, in doppio. Mai un acuto in singolare, ma nessuno può dimenticare quella chioma bionda e quel fisico […]
  • BUON COMPLEANNO ARANTXA SANCHEZ La prima e unica tennista spagnola a diventare numero 1 del mondo. Quattro titoli del grande slam e tante finali perse contro Steffi Graf. Senza la tedesca la sua bacheca sarebbe […]
  • AUGURI GABRIELA SABATINI, TALENTO ARGENTINO Compie 45 anni l'ex stella sudamericana Gabriela Sabatini. Uno Slam e due finali in carriera, protagonista nell'emozionante rivalità con Steffi Graf. Talento precoce come il suo ritiro, […]
  • MARTINA HINGIS, UNA CARRIERA IN TRE ATTI L’ex baby prodigio del tennis femminile festeggia oggi il suo 35° compleanno. È diventata numero 1 del mondo a 16 anni. Per due volte ha deciso di dire basta e per due volte è rientrata […]
  • MIAMI MASTERS: LA STORIA DI UN SOGNO AMERICANO TENNIS - Dal sogno di "Butch" Buchholz, origini e storia di uno dei più importanti tornei del tennis moderno, la passione americana e il grande spettacolo si fondono: signore e signori, i […]
  • AUGURI A MARY JOE FERNANDEZ Attuale capitano della squadra di Fed Cup a stelle e strisce, Mary Joe Fernandez ha giocato tre finali Slam in carriera perdendole tutte quante. Le sue migliori performance le ha […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.