TIM HENMAN: “L’ERBA DI WIMBLEDON È PERFETTA”

Dopo le cadute e le polemiche dello scorso anno, l’ex campione britannico difende la superficie a lui più cara. Niente scuse o accuse, gli standard sono identici agli anni passati: parola di “Timbledon” Henman.
giovedì, 19 Giugno 2014

Tennis – Cresce l’attesa per Slam londinese ed in molti si chiedono se, come nello scorso anno, vedremo ancora cadute e scivoloni clamorosi sul prato dell’All England Club.

L’edizione passata, targata Andy Murray, ha sollevato parecchie polemiche riguardo la superficie erbosa più amata del pianeta.

A difendere il torneo a lui particolarmente caro, è sceso letteralmente in campo uno che su quel terreno ha scritto a suo modo pagine importanti di tennis.

Tim Henman, soprannominato “Timbledon” dai suoi fan, raggiunse quattro volte le semifinali a Londra uscendo sempre sconfitto, a testa alta, contro mostri sacri del tennis mondiale del calibro di Sampras, Federer, Ivanisevich ed Hewitt.

Ora da membro del comitato di gestione del torneo ha voluto dire la sua, spengendo sul nascere le polemiche relative ad eventuali cambiamenti si preparazione dei campi

Non sono assolutamente turbato da quanto è successo lo scorso anno. Io e Neil Stubley (responsabile dei campi) raccogliamo molte informazioni riguardo i terreni di gioco. Misuriamo in maniera scientifica aspetti particolari come: durezza, lunghezza dell’erba, umidità ed il rimbalzo della pallina. I risultati sono identici a quelli degli anni passati”

Una precisazione importante da parte di Henman che sottolinea la difficoltà d’equilibrio, caratteristica principale di ogni campo in erba.

“Ho visto che durante il Queen’s ci sono state alcune cadute, ma nessuno ha commentato. Ci saranno sempre scivolate sui campi in erba soprattutto ad inizio torneo. È comprensibile che ci sia più attenzione per Wimbledon” ha continuato Tim tornando sui problemi dell’edizione 2013

“Penso che lo scorso anno la cosa abbia avuto maggiore risalto perché tenniste di alto profilo come Maria Sharapova e Caroline Wozniacki hanno avuto parecchie difficoltà. Il prossimo anno, con tre settimane di distanza tra il Roland Garros e Wimbledon, ci sarà un grosso vantaggio per i giocatori che avranno più tempo per adattarsi al terreno muovendosi meglio fin dall’inizio”

Tra i maggiori esponenti della cultura del “serve and volley” Tim conosce benissimo le dinamiche del torneo e lancia il suo pronostico per l’edizione alle porte.

Novak Djokovic e Rafael Nadal sono tra i favoriti sulla base di quanto hanno dimostrato finora. Andy Murray e Roger Federer restano un gradino indietro. Sarà interessante vedere Roger, resta sempre uno dei più pericolosi. È vero che per lui è sempre più dura ma penso che abbia ancora la possibilità di aggiudicarsi uno Slam”

Infine Henman parla di Nady Murray, pronto a difendere lo storico titolo conquistato lo scorso anno, forte dei cambiamenti apportati al suo staff.

Spero che il rapporto tra Andy e Amelie duri a lungo, perché è importante la continuità e nessuno ha voglia di assistere ad un processo sommario. Per Murray è fondamentale anche il supporto fornito dal suo assistan coach Dani Vallerdu. Spesso è sottovalutato ma lui conosce Andy meglio di chiunque altro è sara molto importante il suo sostegno in quei 15 giorni.


Nessun Commento per “TIM HENMAN: “L’ERBA DI WIMBLEDON È PERFETTA””


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • FARINA: “FEDERER, TIFO PER TE” Si parla di Australian Open, ma non solo, nell’intervista esclusiva rilasciata a Tennis.it da Silvia Farina Elia, ex giocatrice e attuale voce tecnica di Eurosport. Ma il suo Slam preferito era…
  • WIMBLEDON ‘13, IL TOTO-PROTAGONISTI Tennis – Archiviata la stagione sul rosso con il Roland Garros più soporifero che la storia del tennis ricordi, il circus è ora alle prese con la mini-campagna sull’erba, la quale, come da […]
  • WIMBLEDON 14: LE VOCI DEI PROTAGONISTI Primo turno superato e prime dichiarazioni da parte dei protagonisti. Da Nadal a Djokovic da Federer a Serena Williams passando per Maria Sharapova, le aspettative dei big al rientro […]
  • ROGER FEDERER, IL PIÙ GRANDE SPETTACOLO DOPO IL BIG BANG I dati raccolti durante la sua lunga carriera incoronano ancora una volta “King” Roger Federer come miglior tennista di tutti i tempi
  • PILLOLE LONDINESI – DAY 4 Curiosità e statistiche sulla quarta giornata dei Championships 2012. Dall'impresa di Rosol alla risposta della Sharapova, passando per il pessimo tie-break di Kateryna Bondarenko, il […]
  • VERSO MELBOURNE: UNO SGUARDO ALLE QUOTE Parte oggi la nuova sezione betting targata tennis.it. I primi pronostici sono per l'Australian Open 2013 a meno di un mese dall'inizio del torneo. Scopri chi sono, secondo noi, i favoriti […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.