TONI NADAL AL VELENO: “REGOLA 25 SECONDI NON INTELLIGENTE”

Lo Zio Toni parla di Nadal e della regola sui 25 secondi
mercoledì, 25 Luglio 2018

Tennis. Non che potessero esserci dei dubbi, ma lo Zio più famoso nel mondo del tennis si mostra non favorevole, a dir poco, circa l’introduzione della regola dei 25 secondi fra la fine del punto e il servizio, che verrà adottata già prima dei prossimi Us Open.

A riguardo, ovviamente, interessato il nipote Rafa Nadal noto per essere uno dei tennisti che più amano prendersela con calma prima di eseguire il servizio: “Penso sia una decisione pessimaSecondo me, un limite da 25 secondi è per i meno intelligenti. Se pensi che sia meglio avere uno scambio da 24 colpi invece che di due, allora è necessario più tempo. Ma se vogliamo una partita in cui non si pensa, va bene“.

Toni ha parlato di come il processo di crescita di Rafa parta da molto lontano: “Da quando abbiamo iniziato a giocare, quando Rafael aveva tre anni, ho lavorato con l’idea che potesse essere un giocatore fantastico. Durante tutti questi anni, è stato speciale essere coinvolto nella sua carriera e accompagnarlo in Australia, New York, Parigi. Ora il mio rapporto con lui è come zio, non allenatore. Mi congratulo con lui quando vince, mentre quando perde dico qualcos’altro. Non so se il mio contributo sia stato importante per il suo successo, ma qualcosa per mio nipote sicuramente ho fatto“.


Nessun Commento per “TONI NADAL AL VELENO: "REGOLA 25 SECONDI NON INTELLIGENTE"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.