TORNEI ATP, MURRAY BATTE FERRER SENZA GIOCARE

A Vienna, lo scozzese supera Ferrer senza che lo spagnolo possa scendere in campo: finale con Tsonga. A Basilea sarà Nishikori-Cilic
sabato, 29 Ottobre 2016

TENNIS – La superiorità dell’ultimo periodo è già abbastanza netta, in più c’è anche il walkover a dargli una mano. Ad Andy Murray gira tutto per il verso giusto e Vienna sembra fatta apposta per lui, anche se c’è ancora un’altra partita da giocare prima di sollevare eventualmente il trofeo. Basilea, invece, premia i due giocatori che hanno commesso meno sbavature durante la settimana.

Lo scozzese, dal canto suo, arriva alla finale della capitale austriaca battendo Ferrer senza che possa scendere in campo. Il tennista spagnolo è costretto a dare forfait ancor prima di impugnare la racchetta, complice un problema alla gamba non meglio precisato. Dovrà dunque abdicare dopo la vittoria dello scorso anno, uscendo di scena proprio contro chi l’aveva battuto invece due anni prima.

Dall’altra parte del tabellone, poi, c’è Jo-Wilfried Tsonga a conquistare il pass per l’atto conclusivo della kermesse. Un match tiratissimo contro Ivo Karlovic, che vince 7-5 il primo set prima di peccare di lucidità nei momenti successivi dell’incontro. Il francese riesce a recuperare e vince il secondo parziale con lo stesso punteggio, poi è necessario il tie-break del set decisivo per decretarne la vittoria. Ai vantaggi finisce 8-6, con il croato che commette un errore gratuito e si lascia andare ad un gesto rabbioso che gli costa l’ultima racchetta del suo torneo.

In Svizzera c’è invece gloria per la Croazia, che porta Marin Cilic sul palcoscenico più importante della manifestazione. La semifinale contro Mischa Zverev comincia in salita, con il primo set che finisce nelle mani del tedesco con il punteggio di 6-4. La risposta dell’ex campione di Flushing Meadows arriva con il 7-5 del secondo, prima di chiudere la contesa con il 6-3 del parziale conclusivo.

La finale, però, sarà contro uno dei giocatori più in forma del momento. Kei Nishikori arriva al match che vale il titolo anche un po’ balbettando, vista la semifinale contro il non irresistibile lussemburghese Muller, che vince il primo set 6-4. Il giapponese si complica ulteriormente la vita arrivando al tie-break del secondo set, dove però riesce a spuntarla con relativa facilità grazie ad un convincente 7-3. L’inerzia riconquistata gli permette di gestire con più tranquillità il terzo, vinto 6-3.

Domani si torna in campo, dunque, per le due finali. Vienna ospita Murray-Tsonga a partire dalle 13:50, mentre Basilea apre i battenti per Nishikori-Cilic non prima delle 14:30. C’è subito modo di accavallarsi con Parigi-Bercy, che attende la conclusione del tabellone preliminare per alzare il sipario sull’ultimo 1000 della stagione 2016. Murray correrà rapidamente dall’Austria alla Francia, dove sarà numero 2 del seeding alle spalle di Djokovic. Lo stesso vale per Cilic e Tsonga, che saranno in scena, come lo scozzese, a partire dal secondo turno.

Clicca qui per il tabellone principale di Parigi-Bercy


Nessun Commento per “TORNEI ATP, MURRAY BATTE FERRER SENZA GIOCARE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.