NISHIKORI NON FALLISCE, MALE CARRENO E ISNER

Giornata poco positiva per le testa di serie dei tornei ATP di Buenos Aires e Memphis. Eliminati a sorpresa Carreno-Busta e Isner, avanti solo Nishikori
domenica, 19 Febbraio 2017

TENNIS – Non c’è pace per le teste di serie e per i tennisti più “titolati” nei tornei ATP che si stanno disputando in giro per il mondo. Sia a Buenos Aires che a Memphis arrivano sconfitte inaspettate da coloro che secondo i pronostici avrebbero dovuto arrivare fino in fondo alla competizione. Nell’torneo ATP 250 della capitale argentina, dei favoriti della vigilia va avanti solo Kei Nishikori. Il nipponico, testa di serie numero 1 del tabellone, si sbarazza in 3 set di Carlos Berlocq. Il beniamino del pubblico di casa, che già era stato protagonista in Coppa Davis, era arrivato all’appuntamento contro il nipponico dopo aver battuto il brasiliano Monteiro, ma non è riuscito in un’impresa probabilmente tra le più importanti della sua carriera. Dopo aver conquistato il primo set con il punteggio di 6-4, l’argentino ha lottato contro la tecnica di Nishikori, che ha fatto valere la maggiore qualità per ristabilire la parità sul 6-4 e poi per mettere al sicuro il passaggio del turno con il 6-3 finale. Va decisamente peggio allo spagnolo Carreno-Busta, numero 4 del tabellone, che ha ceduto in due set all’ucraino Alexandr Dolgopolov. Dopo un primo set molto combattuto, conquistato dal 28enne di Kiev con il punteggio di 7-5, l’iberico molla gli ormeggi, concedendo all’avversario un agevole 6-2.

Non va meglio nel torneo di casa a John Isner, testa di serie numero 2 dell’ATP 250 di Memphis. Il 31enne di Greensboro cede a sorpresa al cospetto del connazionale Donald Young, attualmente fermo al numero 81 della classifica mondiale. Il tennista nato a Chicago è riuscita a spuntarla al termine di 3 set molto combattuti. Dopo aver perso il primo parziale al tie-break, Isner ha accennato una reazione importante, che ha portato al 6-3 del secondo parziale. Il match ha viaggiato sui binari dell’equilibrio fino al tie-break del terzo parziale, quando Young è riuscito ad essere più lucido. Nell’altro match di giornata in quel di Memphis sorride il 24enne americano Ryan Harrison, che archivia la pratica Dzumhur con un agevole 6-3 6-4, e ora attenderà proprio Young nell’ennesimo derby a stelle e strisce che metterà in palio un posto per la finale.


Nessun Commento per “NISHIKORI NON FALLISCE, MALE CARRENO E ISNER”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • ATP TOKYO: DEL POTRO AI QUARTI, FUORI TSONGA L'argentino vince il derby con Berlocq e attende Dolgopolov ai quarti di finale. Male il francese, sconfitto in due set da Ivan Dodig. Saluta anche Tipsarevic
  • MIAMI: FOGNINI E BOLELLI KO, OK UN DISTRATTO DJOKOVIC Sabato nero per gli italiani. Fabio cede in due set contro Sock, mentre Simone va al tappeto al terzo set contro Troicki. Tutto facile per Nishikori e Isner, mentre Tsonga brinda al […]
  • PRIMA GIOIA DEL 2015 PER FOGNINI, DELLA CARRIERA PER VANNI Il numero uno d’Italia, a San Paolo, centra la prima vittoria dell’anno contro l’argentino Schwartzmann, non senza concedersi una delle sue classiche pause. Vola ai quarti anche Luca […]
  • ATP, COLPO GULBIS A MARSIGLIA Il lettone sorprende Gasquet sul "suo" cemento francese e approda in finale. Dall'altra parte pronostico rispettato, con Tsonga che batte Struff e si prepara a difendere i colori […]
  • NADAL RULLO, NISHIKORI TOP 4 Lo spagnolo convince a Buenos Aires contro Delbonis, al quale lascia appena due game. Ad Acapulco, la conquista della finale vale un nuovo best ranking per il giapponese, che ora […]
  • FOGNINI TROPPO BRUTTO, NISHIKORI IN SEMIFINALE Il ligure, dopo il grande torneo a Rio, saluta immediatamente Buenos Aires, perdendo in meno di un’ora contro Berlocq. Ad Acapulco Nishikori, Ferrer ed Anderson rispettano il pronostico, […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.