TORNEI CHALLENGER: A SHENZHEN AVANZA CARUSO

Tre ricchi tornei del circuito Challenger in settimana: avanza Caruso

Tennis. Sono tre i tornei del circuito Challenger previsti questa settimana, nel mentre si gioca l’importante Indian Wells sia in campo maschile che femminile. Diversi gli italiani impegnati, soprattutto a Shenzen.

Questi i risultati in Cina: Moraing-Soon 6-0, 6-3; Li-Vatutin 6-2, 6-3; il nostro Caruso batte in tre set Soeda 6-4, 4-6, 6-4; Kecmanovic-Granollers 6-3, 6-4; Zhang-Munar 36, 6-4, 6-2; Lee-Jung 4-6, 7-5, 6-4 e Ito-Wu 7-6(5), 5-7, 7-5.

Ecco invece gli score del Challenger negli Usa, precisamente a Irvin: Basic-Maginley 6-2, 6-1; Rinderknech-Ram 3-6, 7-5, 6-4; match clou vinto da Youznhy su Ebden per 3-6, 6-1, 7-6(4); Fratangelo-Kypson 7-6(0), 6-0 e Ymer-Galan 6-2, 3-6, 6-3.

Qualche chilometro più a Nord per il Challenger in Canada, Drummodville esattamente: Koepfer-Krainik 3-6, 7-5, 6-2; Bonzi-Millot 6-4, 5-7, 7-5; Harrison-Smith 6-0, 6(5)-7, 7-6(4); Scholtz-Sigouin 6-1, 2-6, 6-4; Lestienne-Sakharov finisce anzitempo per ritiro di quest’ultimo sul punteggio di 6-3, 0-0; Hiltzik-Kuhn 6-4; 6-3; Aragone-Broady 4-6, 6-4, 7-6(3); Peliwo-Gonzalez 6-3, 4-6, 6-3.


Nessun Commento per “TORNEI CHALLENGER: A SHENZHEN AVANZA CARUSO”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Maggio 2018

  • Nadal senza limiti. Continua a primeggiare il n.1 del mondo, in barba agli infortuni, al nuovo che avanza e anche ai suoi quasi 32 anni. Un fenomeno che si nutre di "mattone tritato".
  • Gli Internazionali di un tennista romano. Nascere ad un passo dal centrale del Foro Italico, scrutarlo, sognarlo e riusicire a calcarlo da beniamino del pubblico. "Core de Roma" Pistolesi racconta il suo sogno diventato realtà.
  • In America qualcosa si muove. I tornei d'oltreoceano giocati a Indian Wells e Miami hanno mostrato un panorama tennistico in movimento, in cui le certezze dei campionissimi traballanno e cominciano a intravedersi sprazzi di futuro.