KITZBUHEL: FUORI VERDASCO, AVANTI GRANOLLERS, MONACO E MONTANES

Ultimo torneo sulla terra rossa, in Austria, prima dell'arrivo del cemento americano. Fuori, a sorpresa, Verdasco, eliminato da Haase in Verdasco; avanti gli spagnoli Granollers e Montanes, bene anche Monaco.
giovedì, 1 Agosto 2013

Tennis. In attesa dell’arrivo del cemento americano, in Austria si da l’addio definitivo alla terra rossa, con l’ultimo torneo, l’ATP 250 ‘Bet-at-home Cup’ (terra, $ 410,200) di Kitzbuhel, giunto oggi ai quarti di finale. E come nei giorni scorsi, anche nella giornata odierna non son mancate le sorprese: la più grossa di tutte, sicuramente, l’eliminazione dal torneo di Fernando Verdasco.

Lo spagnolo, ventinovenne numero trentatre al mondo, viene infatti fatto fuori da Robin Haase in tre, combattuti set. Entrambi vengono da un ottimo periodo di forma: se il primo, dopo l’annata 2012 da dimenticare, col cambio di racchetta è riuscito a raggiungere notevoli risultati quale il quarto di Wimbledon, l’olandese aveva fatto finale nel torneo svizzero di Gstaad eliminando, tra gli altri, Tipsarevic e gli spagnoli Granollers e Feliciano Lopez, per arrendersi all’ultimo atto del torneo solo a Youzhny. Partita, quella tra i due, come detto molto equilibrata: pochissime le palle break a disposizione per i due giocatori, ma quasi tutte realizzate. Game chiave del primo set il quinto, dove Verdasco approfitta, sul 15-40, della prima palla break a sua disposizione, per guadagnarsi un vantaggio che terrà con se fino alla fine della prima partita; set e game in generale molto brevi, con i due tennisti che, per il resto, hanno mantenuto senza grossi affanni i propri turni di servizio senza concedere all’avversario altre palle per regalare il proprio servizio.

Stessa solfa nel secondo set, ma stavolta il game decisivo sarà l’ultimo della partita, il decimo: sul 5-4 Haase e servizio Verdasco, si va ai vantaggi, dove dopo aver annullato due palle break/palle set poco può lo spagnolo alla terza occasione dell’olandese per pareggiare il conto dei set e portare il match al terzo. Dove l’avvio di gioco è subito frenetico: break immediato di Verdasco subito pareggiato, al game successivo, dal contro break di Haase. Partita e incontro si decidono all’ottavo game, dove, sul 4-3 Haase e servizio spagnolo, l’olandese si gioca bene, sul 30-40, l’opportunità di ottenere il break decisivo e servire poi per il match. Robin non fallisce in nessuna delle due occasioni: gioco partita e incontro per lui, che continua il suo buonissimo momento e si aggiudica un’altra semifinale.

Ad affrontarlo ci sarà Granollers-Pujol, classificato al 53esimo posto nel ranking ATP e testa di serie numero 8 del torneo, che in un match senza storia batte l’argentino Mayer, giustiziere della testa di serie numero 1 del torneo, il tedesco Kohlschreiber: nel primo set lo spagnolo ottiene palle break praticamente in ogni turno di servizio del rivale argentino, ‘accontentandosi’ però solo del break ottenuto nel secondo game del match; stessa storia nel secondo set, dove sono addirittura tre i break inflitti da Granollers all’avversario.

Nell’altra parte di tabellone, invece, nessuna sorpresa: Monaco, testa di serie numero due, soffre più del previsto ma alla fine riesce a battere lo spagnolo Gimeno-Traver in tre set. Tutto liscio per l’argentino nel primo set, vinto 6-2 grazie alla conquista di due break; match più combattuto nella seconda partita, dove lo spagnolo parte subito con un break nel secondo game e lo mantiene fino alla fine, nonostante le 4 palle del contro break non realizzate dall’argentino nel sesto game, sul 4-2 per lo spagnolo.

Nel terzo e decisivo set, sul 5-4 Monaco e con Gimeno al servizio per pareggiare il conto dei game, arriva il decisivo break, ottenuto a 0, che consegna il match all’ex numero 10 al mondo. Il quale troverà in semifinale Montanes, giustiziere della sorpresa del torneo, il giovane austriaco Thiem (diciannovenne, numero 268 al mondo e reo di aver eliminato l’altro idolo di casa, Jurgen Melzer): nonostante siano bastati due set allo spagnolo per aggiudicarsi il sedile tra i primi quattro del torneo, il giovane austriaco ha dato battaglia, procurandosi 6 palle break in tutto il match senza però realizzarne neanche una. A Montanes basta rubare due servizi dell’avversario, uno per partita, per guadagnarsi la semifinale.

ATP 250 Kitzbuhel – Secondo turno

J.Monaco def. D.Gimeno-Traver 6-2 3-6 6-4

A.Montanes def. D.Thiem 6-4 6-3

M.Granollers-Pujol def. L.Mayer 6-3 6-1

R.Haase def. F.Verdasco 4-6 6-4 6-3


Nessun Commento per “KITZBUHEL: FUORI VERDASCO, AVANTI GRANOLLERS, MONACO E MONTANES”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.