TORONTO, CECCHINATO GIÀ FUORI

Il siciliano saluta Toronto dopo il ko con Tiafoe, la responsabilità azzurra passa nelle mani di Fognini. Il resoconto del martedì della Rogers Cup.

TENNIS – La Rogers Cup monopolizza la prima metà di agosto e lo fa attraverso la tappa del circuito maschile, che quest’anno si concentra nella città di Toronto. Il Masters 1000 canadese non parte nel migliore dei modi per la spedizione italiana, che nella tabella di marcia del martedì perde già Marco Cecchinato, aspettando di vedere all’opera Fabio Fognini.

Il tennista siciliano esce di scena dopo il match contro l’americano Tiafoe, che lo elimina in due set. Il tie-break del primo parziale è l’unico spiraglio di equilibrio: il giocatore statunitense la spunta 7-3 ed è il viatico che gli permette di vincere il match con la passerella del secondo set, chiuso con il punteggio di 6-1. Adesso la responsabilità si sposta su Fognini, che in serata sarà di scena contro un altro americano, Steve Johnson.

Negli altri match in programma oggi, spicca la vittoria di Wawrinka su Kyrgios dopo la rimonta fino al terzo set. Ad aprire la giornata, però, è il successo di Khachanov su Krajinovic, seguita da un Nishikori in caduta libera: vince l’olandese Haase in due set. Stesso computo di parziali anche per Querrey contro Mannarino, seguito da Harrison nel derby americano con McDonald. Avanti anche Stefanos Tsitsipas, che la chiude in due set contro il bosniaco Dzumhur.

Adesso in campo Novak Djokovic. Il campione in carica di Wimbledon è tra i protagonisti più attesi del martedì di Toronto, nonché tra i principali candidati alla vittoria della Rogers Cup. Il ritiro di Chung favorisce il rientro del lucky loser Basic, che affronta Nole nella giornata di oggi. Massima attenzione anche per altri giocatori sotto i riflettori: Dimitrov-Verdasco è tra i match più interessanti della serata, per poi spostarsi sulle chiusure notturne affidate ai croati: Borna Coric se la vede con Marin Cilic, mentre il pubblico di casa aspetta con trepidazione il suo beniamino Denis Shapovalov, in campo contro Jeremy Chardy.


Nessun Commento per “TORONTO, CECCHINATO GIÀ FUORI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.