TORONTO, ROBERTA VINCI AI QUARTI E SARA SEMPRE PRESENTE

Ottima prova per la Vinci che è riuscita a battere Daria Gavrilova e ad accedere (per la terza volta) ai quarti di finale canadesi. Vittoria anche per Sara Errani che sconfigge un'Azarenka fin troppo nervosa. Infine, salutano Toronto la Lisicki e la Kerber
giovedì, 13 Agosto 2015

Tennis – Una grandissima Roberta Vinci strappa il biglietto d’oro per i quarti – accedendo al torneo canadese per la terza volta, dopo il 2011 e il 2012 – grazie alla vittoria su Daria Gavrilova 6-4 6-3, dopo 1 ora e 18 minuti di gioco. La tarantina ci ha creduto fino alla fine non mollando mai e tentando l’impossibile: 3 aces, 2 doppi falli, il 65% dei punti vinti con la prima e 2-5 palle break salvate.

Mitica Sara Errani, la romagnola ha eclissato 7-5 6-3 Vika Azarenka, dopo 1 ora e 48 minuti di gioco. Un primo set molto altalenante con l’azzurra in vantaggio, ma sul 4-3 la Errani decide di chiedere l’aiuto del medico per farsi fasciare la coscia destra dolorante. La bielorussa riprende la corsa ma è emotivamente troppo nervosa e  commette troppi errori: 6 doppi falli, 3-9 palle break salvate e il 50% dei punti vinti con la prima. Una fredda e concentratissima Sara abbatte il colosso Azarenka e arriva ai quarti di finale.

Assieme a Roberta e Sara, arriva ai quarti anche Belinda Bencic che, in 2 ore nette di gioco, ha sconfitto Sabine Lisicki al terzo set: 6-1 1-6 7-6(3). La Lisicki, nonostante gli 8 aces, ha commesso ben 9 doppi falli e il 41% di risposta. La svizzera pareggia così i conti nel loro testa a testa portandosi sull’1-1: primo incontro nel 2015 a Birmingham, con il trionfo della tedesca.

Vola via Lesia Tsurenko, la qualificata ha battuto 6-3 6-4 Carina Witthoeft. La tedesca è stata poco concentrata e molto fallosa: 7 doppi falli e il 45% dei punti totali con il servizio. La Tsurenko si porta avanti nel torneo con il sogno di poter vincere il suo secondo titolo WTA, dopo Istanbul 2015 contro Ursula Radwanska.

Vittoria per Simona Halep. la romena si è imposta sulla tedesca Kerber al terzo set: 6-3 5-7 6-4 in 2 ore e 23 minuti di gioco. La testa di serie numero 2 si è trovata in una difficoltà “intermedia”, cedendo all’avversaria il secondo set: 33% sulla seconda di servizio, 1 doppio fallo e 2-6 palle break salvate. Ma, immediatamente, ha comunque posto rimedio alla situazione particolare: la Halep prevarica sulla Kerber anche nel testa a testa con un bel 3-0 (Saint Raphael 2009 e  Doha 2014).

Avanza anche la Radwanska che si è imposta, al terzo set, su Alize Cornet 6-2 4-6 6-4, dopo 2 ore di gioco. Male la francese che sbaglia tutto sul servizio – 7 doppi falli – e non riesce a rialzarsi se non con piccoli cenni di vitalità. La Radwanska ha passato un momento di crisi, superato dal risveglio e dal ritorno alla concentrazione.

Serena Williams non perdona, l’americana numero 1 del seed ha mandato knock out Andrea Petkovic 6-3 6-2. La Williams affronterà la nostra Roberta Vinci per la quarta volta. Infine, trionfo della Ivanovic che, in 1 ora e 08 minuti ha battuto 6-2 6-3 la qualificata Polona Hercog.

Stasera i seguenti incontri: dalle ore 19.00 (ora italiana) Radwanska-Halep e alle 20.30 Errani-Tsurenko. Mentre dalle ore 1.00 Vinci-Williams e alle 2.30 Bencic-Ivanovic.

La diretta tv è affidata alla rete SuperTennis, canale 64 sul digital e 244 su Sky, anche in streaming. Per tutte le altre info sul torneo, sono disponibili i siti ufficiali della WTA e della Rogers Cup.


Nessun Commento per “TORONTO, ROBERTA VINCI AI QUARTI E SARA SEMPRE PRESENTE ”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.