VINCI STELLARE, WOZNIACKI KO

Nel secondo turno del Premier di Toronto impresa della tennista tarantina, che in due set ha superato la numero uno del mondo. Vince Francesca Schiavone, eliminata Flavia Pennetta
giovedì, 11 Agosto 2011

Toronto (Canada). Quando meno te l’aspetti eccola l’impresa di Roberta Vinci, che nel secondo turno del torneo di Toronto ha sconfitto con il punteggio di 6-4 7-5 la numero uno del mondo Caroline Wozniacki, riuscendo finalmente a battere una top 5 (dopo ben diciassette tentativi andati male). Con il suo solito tennis talentoso e aggressivo la tennista tarantina ha ingabbiato una fallosa rivale, in difficoltà contro gli schemi dell’azzurra e infastidita dal forte vento. Per la quinta volta, dunque, una giocatrice italiana ha sconfitto la numero uno del mondo. In precedenza c’erano riuscite Francesca Schiavone (2 volte), Flavia Pennetta e Tathiana Garbin. “E’ il giorno più bello della mia vita”, ha dichiarato ‘Robertina’. “Per me è un sogno che si avvera. Sono felicissima”. Il successo è la ciliegina sulla torta di una stagione sin qui strepitosa, che l’ha vista vincere tre tornei Wta e portarsi a ridosso delle prime venti. Chapeau!

Wozniacki avanti 5-1 nel secondo, poi la resa. Che la Vinci fosse in palla lo si era capito già all’inizio della prima frazione, quando l’azzurra ha subito fronteggiato e salvato tre palle-break, facendo intuire alla rivale che non gli avrebbe reso la vita facile. E infatti nel settimo game è stata lei a rompere per la prima volta l’equilibrio, togliendo la battuta alla danese e conservando il vantaggio sino al 6-4. Ma nel secondo set le cose sono cambiate radicalmente. Caroline è partita subito forte, e in un batter d’occhio è volata prima sul 3-0 e poi sul 5-1. Con il terzo set ormai a un passo, la Vinci ha annullato alla grande un set-point, e accorciato le distanze. Al servizio ne ha cancellati altri due sul 2-5, e conquistato l’ottavo gioco. La Wozniacki ha servito per il set una seconda volta, ma ha fatto addirittura peggio di prima, cedendo il servizio con due doppi falli e vedendo sfumare l’ampio vantaggio. Roberta non si è fatta pregare e pareggiato i conti (5-5), mentre la rivale, ormai nel pallone, è stata incapace di reagire. Nell’undicesimo gioco ha commesso altri due doppi falli e subìto il terzo break consecutivo, mentre l’azzurra, ormai determinatissima, nel dodicesimo gioco non si è lasciata prendere dalla tensione, completando l’incredibile rimonta con le braccia al cielo. “Pensavo di poter vincere oggi – ha proseguito Roberta – e la fiducia regalatami dalle recenti vittorie mi ha permesso di crederci anche sull’1-5. Quando lei ha iniziato a commettere parecchi errori ho cercato di rimanere concentrata su ogni singolo punto, cercando di giocare spesso lo slice di rovescio sul suo diritto”.

Schiavone facile, Pennetta k.o. Successo in due set anche per Francesca Schiavone (8), che non ha avuto problemi (6-1 6-3) contro la russa Ekaterina Makarova, e se la vedrà domani con la ceca Lucie Safarova, che ha sconfitto Simona Halep per 6-2 6-4. Sulla strada della milanese, in caso di vittoria, ci sarà poi, molto probabilmente, Serena Williams, la quale senza mai perdere il servizio ha spazzato via anche la tedesca Julia Goerges, sconfitta 6-1 7-6. Niente da fare invece per Flavia Pennetta, che si è lasciata recuperare e battere, con il punteggio di 2-6 6-3 6-2, dalla qualificata kazaka Galina Voskoboeva, in un match ricco di break e condito da numerosi errori, fra i quali ben 10 doppi falli (a fronte di nessun ace).

Vincono tutte le favorite tranne la Hantuchova. I già citati successi di Vinci e Voskoboeva, unito a quello della qualificata Maria Josè Martinez Sanchez (che ha battuto per 7-5 6-2 Daniela Hantuchova), sono rimaste le uniche sorprese di giornata, in quanto nei rimanenti undici incontri di secondo turno l’hanno sempre spuntata agevolmente le favorite. Vera Zvonareva, numero tre del torneo, ha sconfitto per 7-5 6-4 la sua connazionale Nadia Petrova; mentre Victoria Azarenka (4) non ha concesso nemmeno un gioco alla locale Stephanie Dubois (117 Wta). Maria Sharapova (5) ha avuto la meglio su Bojana Jovanovski, passata dalle qualificazioni, per 6-1 7-5, mentre la campionessa di Wimbledon Petra Kvitova (7) ha battuto per 7-6 6-3 Anabel Medina Garrigues. Avanti anche Sam Stosur (6-3 6-4 alla Wozniak), Andrea Petkovic (6-4 7-5 alla Arn) e Agnieszka Radwanska (13), che ha regolato la qualificata croata Petra Martin con un doppio 6-3.


Nessun Commento per “VINCI STELLARE, WOZNIACKI KO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • STOSUR INVINCIBILE Niente da fare per Roberta Vinci, battuta 6-4/6-1 dall'australiana nel primo incontro valido per la Rogers Cup di Toronto. Facile vittoria anche per la Azarenka, che adesso sfiderà Serena […]
  • WTA, IL PAGELLONE FINALE Un altro, intenso anno di tennis volge al termine. Tennis.it mette i voti di fine stagione alle stelle della Wta e sancisce promozioni e bocciature
  • VINCI SEMPRE PIU’ IN ALTO La tarantina guadagna altre due posizioni nel ranking. Ora è a soli 15 punti dalla Pennetta, 21esima. La Schiavone è al numero 8. Wozniacki, oggi 21enne, rimane leader davanti alla Clijsters
  • CAMILA GIORGI E QUEL GRANDE SALTO CHE NON ARRIVA TENNIS – Da almeno tre stagioni la maceratese sembra pronta per spiccare il volo ma anche nel 2013 il salto di qualità tanto atteso non si è palesato. Partita numero 79, chiuderà l’anno a […]
  • CLASSIFICA WTA, PER VINCI LA TOP 10 È ALLE PORTE TENNIS – La tarantina in virtù del successo a Katowice migliora ulteriormente la sua classifica raggiungendo il suo best ranking (#12). Stabili Errani, Schiavone e Giorgi, la Knapp […]
  • RADWANSKA TRA LE FAB FOUR Il post Indian Wells regala ad Agnieszka Radwanska la 4° posizione mondiale. Sempre più sola al comando Victoria Azarenka, mentre tra le azzurre Roberta Vinci torna tra le top 20

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.