TRIS DI BERRER, LACKO SU HAASE

A Zagabria Berrer raggiunge le semifinali per il terzo anno consecutivo grazie al successo su Melzer. Lacko sorprende Haase. Avanti i favoriti a Montpellier. A Vina del Mar Berlocq, Chela e Chardy tra i migliori 4
venerdì, 3 Febbraio 2012

Zagabria (Croazia) – Ci sono tornei in cui determinati giocatori riescono ad esprimere il meglio delle proprie potenzialità. Le motivazioni possono essere molteplici: il clima, la superficie di gioco, il posizionamento nel calendario, anche se a volte sembra esserci una vero e proprio feeling tra giocatore e manifestazione, che permette a quel determinato tennista di ottenere risultati altrimenti inimmaginabili in altri scenari.

E’ proprio quello che accade puntualmente a Michael Berrer quando si presenta all’Atp 250 di Zagabria. Il tedesco, attuale numero 105 del mondo, è un giocatore mancino dotato di un buon servizio, ma comunque non abbastanza completo per competere ad alti livelli. Eppure quando arriva a Zagabria sembra diventare ad un tratto quasi imperforabile, e, numeri alla mano, praticamente imbattibile prima della finale: il 31enne nativo di Stoccarda ha all’attivo due finali Atp in carriera, e le ha entrambe ottenute nella capitale croata (2010 e 2011) senza perdere un set prima dei rispettivi appuntamenti conclusivi, persi in tutte e due le occasioni.

Ma in questa stagione Berrer non ha voluto fermarsi, e ha dimostrato ancora una volta che qui a Zagabria è un cliente difficilissimo per chiunque. Dopo i successi su Marco Chiudinelli e sul numero 1 del seeding Ivan Ljubicic, oggi Michael giocava per conquistare una clamorosa terza semifinale consecutiva nel 250 croato. Il suo avversario, Jurgen Melzer, si presentava in perfette condizioni, dopo aver superato agevolmente i primi due scogli del tabellone principale. Inutile sottolineare come l’austriaco, numero 41 Atp, fosse il favorito dell’incontro. Il primo set rispettava il pronostico iniziale, e Melzer, dopo aver comandato per 4-1, chiudeva per 7-5 una frazione che inizialmente sembrava potesse dominare, ma che successivamente si stava complicando. Il secondo parziale vedeva il tedesco salire di livello, e conquistare un unico break che gli permetteva di avere la meglio per 6-4. Nella terza frazione Berrer allungava nuovamente sul 5-1, prima di farsi riavvicinare sul 5-4, e di concludere al decimo gioco con il punteggio finale di 5-7 6-4 6-4, qualificandosi per le semifinali. Domani il tedesco giocherà per ottenere la terza finale consecutiva a Zagabria.

Altra sorpresa di giornata è stata la sconfitta del numero 7 del seeding Robin Haase, superato da Lukas Lacko per 6-4 6-4. Lo slovacco, numero 97 del mondo, ha giocato un primo set quasi perfetto, perdendo appena quattro punti al servizio, e con un unico break si è aggiudicato la frazione d’apertura. Nel secondo set c’è stato maggiore equilibrio, ma ancora una volta è stato Lacko ad avere la meglio, grazie ai due break operati contro uno solo dell’olandese.

Negli altri due quarti di giornata, successi di Marcos Baghdatis su Ivan Dodig (6-4 7-5) e di Mikhail Youzhny su Ivo Karlovic (7-6 3-6 7-6).

Passiamo all’Atp 250 di Montpellier, dove invece di grandi sorprese non ce ne sono state. Tomas Berdych (n.1), ha superato Nicolas Mahut per 6-3 6-4. Primo set dominato dal ceco, che ha perso appena 3 punti sul proprio servizio e con un unico break ha portato a casa la frazione al nono gioco. Nel secondo parziale allungo iniziale di Mahut (3-0), che è però stato vanificato dal parziale di 5 games consecutivi con cui Berdych è andato a comandare per 5-3, per poi chiudere con lo score di 6-4.

Avanti anche le teste di serie numero 2 e 3 del torneo, ovvero Gilles Simon Gael Monfils. Il primo ha faticato per avere ragione di Guillaume Rufin, superato solo dopo 3 set e due tie-break (7-6 6-7 6-2 il punteggio finale). Il secondo, al contrario, ha passeggiato contro il finlandese Jarkko Nieminen, regolato con un doppio 6-3. Il numero 7 del tabellone Philipp Kohlschreiber ha invece sorpreso il numero 4 del seeding Richard Gasquet, a cui ha inflitto una dolorosa sconfitta in 3 set: 6-2 3-6 6-3 il punteggio conclusivo in favore del tedesco.

Chiudiamo con il torneo di Vina del Mar. Si è qualificato per le semifinali Juan Ignacio Chela. L’argentino ha avuto la meglio su Joao Souza, battuto per 5-7 7-6 6-1. Un posto tra i migliori quattro lo ha ottenuto anche Carlos Berlocq, che ha annichilito il qualificato Federico Delbonis con un netto 6-3 6-4. Ha seguito i primi due Jeremy Chardy, vincente nella giornata odierna su Frederico Gil con lo score di 6-2 7-6.


Nessun Commento per “TRIS DI BERRER, LACKO SU HAASE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • ATP 250, SCATTA L’ORA DI RAFA NADAL Start a Montpellier, Zagabria e Viña del Mar dove freme l'attesa per il ritorno in campo del maiorchino. Andreas Seppi testa di serie numero 2 in Croazia
  • DA VIÑA DEL MAR A ZAGABRIA, PASSANDO PER MONTPELLIER TENNIS - A Viña del Mar la testa di serie numero uno è il nostro eroe di Davis Fognini accompagnato da Robredo e Almagro. All'Open Sud de France Gasquet difende il titolo insidiato da […]
  • SIMON ELIMINA CIPOLLA A Montpellier Cipolla si ferma al secondo round, eliminato dal tennista di casa Gilles Simon per 6-3 6-2. A Zagabria termina anche la corsa di Andreas Seppi, superato da Jurgen Melzer con […]
  • MONFILS-BERDYCH PER IL TITOLO Sarà fra il campione uscente Gael Monfils, e la prima testa di serie Tomas Berdych, la finale della seconda edizione dell’Atp 250 di Montpellier. A Zagabria opposti all’ultimo atto Youzhny […]
  • BERDYCH E YOUZHNY SORRIDONO A Montpellier seeding rispettato e successo del ceco, a segno con il punteggio di 6-2 4-6 6-3 sul campione uscente Gael Monfils. A Zagabria tutto facile per il russo, vittorioso per 6-2 […]
  • IL SOGNO CONTINUA Andreas Haider-Maurer supera anche Michael Berrer e domani, nella prima finale ATP della carriera, sfiderà Jurgen Melzer. In Francia finale Monfils-Ljubicic, in Russia Youzhny-Kukushkin

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.