TROICKI E L’AUSTRALIA NEL CUORE: LA RINASCITA PARTE DA QUI

Dopo Baghdatis, un altro tennista scomparso dai radar negli ultimi anni, per motivi ben diversi, torna in auge grazie a Melbourne: Viktor Troicki, recente trionfatore di Sydney, è tornato a grandi livelli
giovedì, 22 Gennaio 2015

Tennis. In un 2015 in cui ci si chiede chi diventerà o resterà n.1 del mondo, chi si aggiudicherà il primo Slam dell’anno e se Nadal tornerà al top della forma, c’è un serbo che è imbattuto nel 2015. Non è Djokovic, ha già vinto un torneo ed è al terzo turno agli Australian Open: è anche il nostro personaggio del giorno, Viktor Troicki.

Per fortuna il tennis ha in serbo storie come queste, laddove mancano personaggi degni di nota ed atleti capaci di disegnare arte sul campo da tennis (eccetto uno). Ieri raccontavamo di Baghdatis, rinato dopo un 2014 passato principalmente nel circuito challenger. Oggi, per motivi diversi, torna a far parlare di se dopo un lungo purgatorio Viktor Troicki, in realtà già protagonista ad inizio anno proprio in Australia. A Brisbane non era nemmeno riuscito a passare le qualificazioni, si prospettava dunque un nuovo e lungo periodo di ripresa per l’amico di Nole: invece arriva Sydney, passando per le qualificazioni e se ne andrà con la coppa nel borsone. Il tennis è uno sport inventato dal diavolo in un particolare giorno di grazia, Trocki ed il suo inizio di 2015 ne è l’esempio.

Ex n.12 al mondo, ottavi 2 volte a Parigi ed una volta a Wimbledon, due titoli Atp a Mosca in singolare ed a Bangkok in doppio: ma soprattutto, il punto decisivo nella Davis vinta dalla Serbia nel 2010, la prima della sua storia, contro Llodra. Partiva da n.847 del mondo, poi l’ascesa: a Sydney vince il torneo eliminando gente come Klizan, Andujar, Bolelli, Muller e Kukushkin. Melbourne è ovviamente un’altra storia, ci arriva da n.54 del mondo ed al primo turno deve vedersela con Vasely: 6-3, 3-6, 6-2, 6-3 il risultato finale. Al turno successivo il n.26 del mondo, Leonardo Mayer. Un’altra vittoria in 4 set, 6-4, 4-6, 6-4, 6-0, ma il serbo trova anche il tempo per non essere soddisfatto di quanto dimostrato. “Sono contento del risultato, ma non è la miglior partita che potessi fare. Mi diverto, mi mancava sentirmi così in campo, felice e motivato. Leo è comunque migliorato molto negli anni”.

Quando però si nomina o si parla di Troicki, è impossibile non tornare a quella squalifica di 18 mesi per essersi sottratto di fornire campioni di sangue  durante il torneo di Montecarlo del 2013. Per loro ero come un terrorista E’ stato molto difficile. Ma ho approfittato di ogni possibilità che mi è stata data di giocare con i big del circuito. E’ stato particolarmente complicato dal punto di vista mentale. È stato uno shock, il più grande della mia vita. Quando sei innocente, e sai di esserlo, ti fa male, perché vieni punito per qualcosa che non hai fatto. Ho pagato le colpe di qualcun’altro”.

Ora sfiderà il n.7 del mondo Berdych, consapevole di aver iniziato l’anno nuovo nel modo migliore ma che la strada è ancora lunga per tornare ai livelli precedenti alla squalifica: per dimostrare una volta per tutte la bontà del suo tennis, delle sue qualità. In barba ad ogni sospetto e chiacchiericcio.

 


Nessun Commento per “TROICKI E L'AUSTRALIA NEL CUORE: LA RINASCITA PARTE DA QUI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • DJOKOVIC CONTROLLA TROICKI A Miami, nel derby serbo, il numero 1 del mondo ha superato senza particolari problemi Viktor Troicki con il punteggio di 6-3 6-4. Affronterà ora Gasquet. Avanzano anche Fish e Almagro
  • FORO ITALICO, NISHIKORI BATTE TROICKI Internazionali Bnl d'Italia, secondo turno. Il giapponese passa in tre set. Ora affronterà il vincente di Gasquet-Seppi
  • TROICKI TUONA: “WADA E ITF DISTRUGGONO LE CARRIERE DEI TENNISTI” Parole durissime quelle pronunciate da Viktor Troicki sull'ITF e WADA. "Puntano a distruggere la carriera a determinati tennisti. Con me e Cilic c'erano quasi riusciti. Il 2015? Obiettivo top ten".
  • SPAGNA AVANTI, SERBIA IN PARITA’ Le due nazionali orfane dei campioni Rafael Nadal e Novak Djokovic hanno avuto destini diversi nella prima giornata di incontri dei quarti di finale. Tutto facile per la Spagna, in rimonta […]
  • ANCHE GLI UOMINI LITIGANO. GULBIS E JANOWICZ DURI CON I FAB FOUR In questo 2013 anche gli uomini si sono fatti rispettare in quanto a frecciate, forse di meno rispetto alle donne, ma anche l’Atp è un mondo in cui si vive un po’ d’invidie e gelosie. I […]
  • DOPING, TEMPO DI RICORSI PER CILIC E TROICKI TENNIS – La telenovela doping continua. Marin Cilic e Viktor Troicki in questi giorni si sono attivati con i loro team legali per ricorrere alle squalifiche inferte loro dall’ITF. Nel […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.