UNA CONTRO L’ALTRA

Martina Caregaro e Nastassja Burnett approdano ai quarti del Trofeo Bonfiglio, dove si sfideranno per la prima volta nella loro giovane carriera. Fuori Colella
venerdì, 21 Maggio 2010

Milano – La cinquantunesima edizione del Trofeo Bonfiglio entra nel vivo. Ieri sono stati disputati gli incontri degli ottavi di finale che hanno messo in evidenza le qualità già note di due fiori all’occhiello del tennis italiano: Martina Caregaro e Nastassja Burnett. Le due ragazze, entrambe diciottenni, hanno vinto i rispettivi match e si affronteranno nel pomeriggio (terzo incontro sul Centrale a partire dalle 10:00) per un posto in semifinale. In ambito maschile, invece, ammaina l’ultima bandiera tricolore: Alessandro Colella, unico italiano ancora in gara, ha ceduto il passo per la seconda volta in un mese al bosniaco Dzumhur. Nessun azzurro sarà dunque presente nei quarti di finale.

Caregaro devastante. Il campo numero 8 è stato teatro delle gesta delle nostre eroine di giornata. La prima a scendere in campo è stata l’allieva della coppia Farina-Elia, fin qui protagonista di un cammino da autentico rullo compressore. L’avversaria di oggi era la slovacca Chantal Skamlova, giocatrice dotata di un tennis che poteva impensierire la Caregaro, perchè tendente a spezzare il ritmo costringendo l’azzurra a spingere su palle senza peso. Martina, tuttavia, ha dimostrato di essere nettamente superiore alla sua avversaria, chiudendo in un amen il primo set col punteggio di 6-1. Nel secondo set, invece, dopo una partenza ad handicap che ha visto la Skamlova proiettarsi sul 3-0, la valdostana è stata brava a rimanere concentrata e a non disunirsi, infilando un parziale di sei giochi consecutivi che le hanno spalancato le porte dei quarti di finale.

Batticuore Burnett. A contendere alla Caregaro l’accesso alle semifinali sarà un’altra italiana, la coetanea Nastassja Burnett. La ragazza romana di madre polacca ha giocato il suo match nello stesso campo numero 8 in cui in precedenza aveva vinto la Caregaro, tenendo così inchiodati sugli spalti un nutrito numero di appassionati, speranzosi di trovare qualcuno che possa far sognare i tifosi italiani nel futuro immediato. Il numeroso pubblico accorso al Tennis Club Milano “Alberto Bonacossa” ha assistito ad un match sensazionale tra la Burnett e l’ungherese Timea Babos, numero 4 del ranking Itf, nonché già vincitrice di tre tornei nel circuito professionistico. La partita è stata ricca di colpi di scena e scambi di grande intensità che hanno evidenziato la buona tenuta mentale dell’azzurra, capace di annullare due match point alla tennista magiara sul 4-5 nel terzo set, salvo poi riuscire a chiudere l’incontro con il sofferto ma meritato punteggio di 3-6 6-3 7-5. “Sono senza parole” – ha detto al termine del match la Burnett – “Sto pian piano riprendendo il ritmo partita dopo un inizio anno in cui non ho quasi mai giocato. Domani contro Martina dovrò cercare di essere io a comandare il gioco”. Caregaro e Burnett non si sono mai affrontate in precedenza, nonostante più volte abbiano giocato gli stessi tornei.

Dzumhur bestia nera. Come quasi sempre accade da qualche anno a questa parte, soprattutto nel circuito maggiore, le nostre ragazze sono più competitive dei loro coetanei. L’ultimo baluardo del made in Italy, Alessandro Colella, è stato eliminato ieri dal bosniaco Damir Dzumhur, ragazzo ancora minuto fisicamente ma che si sta rivelando le bestia nera del diciottenne torinese, già sconfitto dallo slavo nella recente finale del torneo di Firenze. Eccezion fatta per un avvio di match segnato da una buona partenza di Colella, che si era portato sul 3-0, Dzumhur ha sempre tenuto in mano il pallino del gioco superando l’azzurro col punteggio di 7-5 6-1. Da rilevare, nel tabellone maschile, l’uscita anzitempo della testa di serie numero 1 del seeding, l’ungherese Fucsovic, battuto 7-6 7-5 dall’austriaco Thiem.


Nessun Commento per “UNA CONTRO L'ALTRA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • BURNETT AL CARDIOPALMO La diciottenne romana si aggiudica il derby contro Martina Caregaro, piegata dopo quasi tre ore di lotta. In semifinale al Bonfiglio affronterà l’italo-americana Capra
  • LE FUTURE STELLE AL BONFIGLIO È scattata ieri la 51esima edizione degli Internazionali d’Italia juniores. Bilancio azzurro agrodolce: subito out Gaio, avanzano Confalonieri e Caregaro. Impressiona l’italo-americana Capra
  • BYE BYE ITALIA Al Bonfiglio si ferma in semifinale la corsa della Burnett, sconfitta dall’italo-americana Capra. Finale femminile a stelle e strisce, tra i maschi sarà derby dell’est
  • CAPORETTO ITALIA Seconda giornata da dimenticare per i nostri giovani al Trofeo Bonfiglio. Fuori sette azzurri, si salva solo la Burnett. Oggi in campo Colella, Caregaro e Confalonieri
  • TRIS D’ASSI AL BONFIGLIO Dopo la disfatta di martedì, l’Italia junior del tennis torna a sorridere grazie alle vittorie di Colella, Caregaro e Burnett. Out la Confalonieri. Oggi gli ottavi
  • 58° TROFEO BONFIGLIO: L’ULTIMO ATTO DEI CAMPIONI DI DOMANI Disputate oggi le semifinali del 58° Trofeo Bonfiglio, in scena sui campi Tc Milano Alberto Bonacossa.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.