UNA SORPRESA IN SERBO

Il ventenne Dusan Lajovic sovverte i pronostici e si aggiudica l’Itf da 15.000 dollari di Foggia. Si arrendono a lui i nostri Crugnola e Trusendi

Foggia – Non sono mancate le emozioni sui campi rossi del TC Foggia per il 2° Trofeo SATEL, gli Internazionali maschili con un montepremi di 15mila dollari, distintosi ancora una volta per l’ottima organizzazione del Presidente Roberto Dellisanti e dei dirigenti del Sodalizio pugliese. Un Torneo che ha premiato l’ottimo tennis del serbo Dusan Lajovic e nel quale hanno comunque ben figurato anche gli azzurri, nello specifico Marco Viola, Davide Crugnola e Walter Trusendi. Quest’ultimo si è presentato a Foggia in condizioni ottimali, tornando ad esprimersi a buoni livelli dopo un inizio di 2011 piuttosto stentato.   

Un serbetto indigesto Il main-draw subiva scossoni già dopo le prime due giornate, con l’uscita di scena di tre teste di serie, il belga Niels Desein – costretto al ritiro contro il britannico Morgan Philips – lo spagnolo Inigo Cervantes-Huegun e il nostro Luca Vanni, sconfitto con un doppio tie-break dal bielorusso Mirza Basic. Un combattutissimo derby infiammava poi gli appassionati accorsi numerosi al Circolo foggiano, con l’affermazione 6/3 3/6 7/6 di Enrico Fioravante sul qualificato Luca Rovetta. Altro incrocio tutto azzurro e a suon di tie-break quello ai quarti di finale tra Marco Crugnola e Marco Viola, con il varesino – numero 1 del seeding – che la spuntava al terzo set oltre le due ore di gioco. Il secondo favorito del tabellone, lo spagnolo Gutierrez Ferrol, batteva faticosamente un ottimo Matteo Marrai, mentre Trusendi e Lajovic non trovavano resistenza in Philips e Fioravante. La prospettiva di una finalissima tutta italiana tra Crugnola e Trusendi eccitava gli animi del pubblico foggiano che però non aveva fatto i conti con Dusan Lajovic, 20 anni da Belgrado, una collaudata esperienza nel Circuito Futures e già vincitore contro Crugnola lo scorso agosto a Padova. Il match si decideva nel primo parziale, con un tie-break all’ultimo respiro vinto dal serbo che poi passeggiava nel secondo lasciando a zero un Crugnola senza più energie. Nell’altra semifinale Trusendi batteva Gutierrez Ferrol al termine di un match sempre sotto controllo, presentandosi alla finale con i favori del pronostico. La corsa del versiliese, numero 325 del ranking Atp, si interrompeva però di fronte a Lajovic: sotto nel primo set, l’azzurro riusciva a vincere un secondo set tiratissimo, cedendo però nel parziale decisivo. Per Lajovic era la seconda affermazione del 2011, dopo quella sull’indoor veloce di Cividino della settimana precedente.  

Un Circolo sempre più in crescita Vernice d’eccezione per il Torneo è stata l’inaugurazione di due campi al coperto in terra rossa, un ulteriore salto di qualità per il TC Foggia nel panorama tennistico nazionale. L’anchorman romano Max Giusti e Stefano Pescosolido hanno fatto da testimonial per la cerimonia, mentre l’altra novità della rassegna è stata l’ospitalità offerta a tutti gli atleti del tabellone principale, un’occasione offerta, a livello di Futures, solamente da Mosca e Poitiers.Siamo molto legati allo sport e al Tc Foggia in particolare – ha commentato Franco Sannella, rappresentante della Satel, title sponsor dell’evento, esprimendo la sua soddisfazione – . Crediamo che sostenere un evento di prestigio sia un modo per appoggiare concretamente il territorio e restituire a esso qualcosa, secondo quanto è giusto da parte di imprenditori inseriti nel tessuto sociale, culturale e sportivo quali siamo

 Nella foto, i due finalisti al termine del match


Nessun Commento per “UNA SORPRESA IN SERBO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • LA RIBALTA EUROPEA DEL PARIOLI CENTENARIO Vincendo il suo girone eliminatorio, il TC Parioli rappresenterà l’Italia nella “final four” dei Campionati Europei organizzati dal “Centenary Tennis Club”
  • MARCORA SHOW A BUSTO ARSIZIO Nel Trofeo Fba Renault Paglini grande prova di forza del 'padrone di casa', a segno per 6-0 6-3 sulla seconda testa di serie Enrico Burzi. Avanzano anche Trusendi (atteso ora da […]
  • LA SPEZIA: FINALE GIANNESSI-OSWALD L'idolo di casa ha superato in due set il marchigiano Daniele Giorgini, mentre l'austriaco ha avuto la meglio al tie-break del terzo set su Walter Trusendi, beffato dopo circa tre ore di gioco
  • IL RITORNO DI GIALLO A Orbetello Gianluca Naso ritorna nei quarti di un challenger dopo quasi due anni. Giallo ha superato in un derby piuttosto combattuto il laziale Francesco Piccari 7-6 6-3. Eliminato Marco […]
  • RICORDANDO IL “PROFESSORE” Campione fuori e dentro il campo, Roberto Lombardi ha dedicato la sua vita al tennis, prima da giocatore poi da tecnico ed infine da giornalista e commentatore televisivo. Brillante, mai […]
  • ORBETELLO: AVANTI CRUGNO E GIALLO La prima giornata del torneo challenger di Orbetello ha visto due azzurri superare il primo turno: Gianluca Naso e Marco Crugnola hanno vinto il proprio incontro senza difficoltà. Esce a […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.