IL PREMIO SPORT 2016 DEL ROTARY CLUB ROMA SUD E’ DI GIUSEPPE MADDALONI

L’Hotel Ambasciatori di Roma ospiterà giovedì 28 aprile la 17.ma edizione del Premio Sport, istituito nel 1999 dal Rotary Club Roma Sud. Il prestigioso premio sarà consegnato quest’anno dal presidente Giancarlo Muci al leggendario judoka napoletano, oro olimpico a Sydney 2000 e oggi protagonista nel sociale
martedì, 29 Marzo 2016

Roma, Marzo 2016  –  Sarà  Giuseppe Maddaloni  il  protagonista  della  cerimonia  che  avrà  luogo  giovedì 28 aprile  all’Hotel Ambasciatori  di  Via Veneto  per la 17.ma edizione del Premio Sport del  Rotary Club Roma Sud. Un evento divenuto tradizionale appuntamento di grande prestigio per la Roma sportiva e istituzionale, che premierà quest’anno l’atleta più importante nella storia del judo italiano.

Realizzato da Sergio Rossi, storico direttore della rivista Tennis Oggi, il Premio Sport è stato istituito nel 1999 dal Rotary Club Roma Sud per celebrare con un prestigioso riconoscimento i grandi campioni azzurri di un recente passato che con le loro straordinarie imprese nelle rispettive discipline hanno esaltato i valori dello sport italiano issandolo sulla vetta del mondo. Con il passare degli anni l’Albo d’Oro del Premio Sport si è arricchito dei nomi illustri di atleti leggendari, che hanno conferito all’evento un livello di assoluto valore internazionale.  Ogni edizione ha celebrato un grande campione che ha scritto pagine indimenticabili di storia dello sport azzurro, a cominciare da Nicola Pietrangeli, il miglior tennista italiano di tutti i tempi, che ha inaugurato nel 2000 l’Albo d’Oro.

Per Giuseppe Maddaloni si tratta di un riconoscimento che suggella una carriera da vincente, dove spicca l’oro conquistato alle Olimpiadi di Sydney 2000 nella categoria -73 kg, che gli valse anche la nomina di Commendatore da parte dell’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

Maddaloni ha iniziato a praticare il judo da bambino, sotto la guida del padre Giovanni che lo ha sempre seguito nella preparazione atletica e nelle gare. Dopo essersi laureato per 13 volte campione italiano nelle varie categorie giovanili, conquista l’argento ai Mondiali Under 15 del 1991 e ai Mondiali Under 21 del 1996. Da quel momento inanella una lunga serie di medaglie d’oro (con tante altre d’argento e di bronzo) a livello internazionale che lo consacrano il più grande judoka italiano di tutti i tempi.

1997 – ORO Campionati Italiani Assoluti
1998 – ORO Campionato Europeo – Oviedo
1999 – ORO Campionato Europeo – Bratislava
2000 – ORO Giochi Olimpici – Sydney
2002 – ORO Coppa del Mondo – Mosca
2005 – ORO Mondiali Militari – San Pietroburgo
2005 – ORO Giochi del Mediterraneo – Almeria

Dopo le Olimpiadi di Pechino del 2008 non ha più combattuto e dal 2011 allena la nazionale italiana non vedenti, una responsabilità che il trentanovenne napoletano porta avanti insieme al progetto legato alla palestra Star Judo Napoli fondata dal padre Gianni nel 1980. La palestra nasce a Scampìa, luogo simbolo dei problemi sociali che affliggono Napoli, con lo scopo principale di offrire ai giovani un sano punto di riferimento all’interno di una realtà disagiata.

Il progetto si è ampliato nel 2005 con l’inaugurazione della Piazzetta dello Sport sempre a Scampia, un centro che accoglie anche bambini diversamente abili e non vedenti. Uno sforzo che è stato riconosciuto dal Ministero della Giustizia, dal Ministero della Gioventù e dal Ministero delle Pari Opportunità che hanno pubblicamente elogiato la Star Judo Maddaloni per l’impegno profuso nel recupero e reintegro di giovani minori a rischio criminalità. La storia di Gianni e Giuseppe Maddaloni ha ispirato nel 2014 anche un bellissimo film per il piccolo schermo dal titolo L’Oro di Scampia.

PREMIO SPORT – ALBO D’ORO
2000 Nicola Pietrangeli Tennis
2001 Nino Benvenuti Pugilato
2002 Gianni Rivera Calcio
2003 Renzo Nostini Scherma
2004 Pietro Mennea Atletica leggera
2005 Novella Calligaris Nuoto
2006 Gustav Thoeni Sci
2007 Raimondo D’Inzeo Equitazione
2008 Klaus Dibiasi Tuffi
2008 Luca Pancalli Paralimpiadi (edizione speciale)
2009 Francesco Moser Ciclismo
2010 Giacomo Agostini Motociclismo
2011 F.lli Abbagnale Canottaggio
2012 Eraldo Pizzo Pallanuoto
2013 Jury Chechi Ginnastica
2014 Abdon Pamich Marcia
2015 Livio Berruti Atletica Leggera
2016 Giuseppe Maddaloni Judo

Nella foto: Giuseppe Maddaloni


Nessun Commento per “IL PREMIO SPORT 2016 DEL ROTARY CLUB ROMA SUD E’ DI GIUSEPPE MADDALONI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • GIUSEPPE MADDALONI, UN ANTI-DIVO AZZURRO IL PREMIO SPORT DEL ROTARY E’ SUO Il judoka oro olimpico a Sydney 2000 ha ricevuto lo scorso 28 aprile il Premio Sport del Rotary Club Roma Sud nel corso di una elegante cerimonia ospitata dall’Hotel Ambasciatori della Capitale
  • PREMIO SPORT 2011 La prestigiosa sede del Circolo Canottieri Roma ha ospitato la 12.ma edizione del Premio Sport Rotary Club, assegnato quest’anno allo storico equipaggio “due con” Carmine e Giuseppe […]
  • I VETERANI GIALLOROSSI SANNO SOLAMENTE VINCERE I rappresentanti del Circolo Canottieri Roma si confermano protagonisti assoluti nel panorama del tennis veterani nazionale collezionando sei titoli nei 60.mi Campionati italiani andati in […]
  • CON FOGNINI E BOLELLI HA VINTO ANCHE L’ITALIA DEI CIRCOLI Park Genova e Canottieri Aniene guidano le fila dell’Italtennis che gongola ancora per lo storico trionfo della coppia azzurra a Melbourne
  • VERSO I 100 ANNI La Roma sportiva al completo ha presenziato alla serata di presentazione del libro scritto da Sergio Rossi e Italo Massimo Amati, un racconto appassionato che condurrà idealmente il […]
  • UN SET A/9 CON TIE BREAK, RACCONTI DI TENNIS AL CANOTTIERI ROMA Il Circolo giallorosso ha festeggiato l'esordio letterario del socio Paolo Verdeschi, che ha voluto raccontare in un libro la sua passione per il tennis. Presente anche Nicola Pietrangeli […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.