UNO SGUARDO AI TORNEI CHALLENGER, ECCO LE ULTIME NOVITA’

Consueto recap dei tornei del circuito Challenger giocati la scorsa settimana. Continua il magic moment nipponico, dopo la finale di Nishikori agli Us Open trionfa in Cina il 18enne Yoshihito Nishioka. Bene Mahut al Trophée des Alpilles.
giovedì, 11 Settembre 2014

Come ogni settimana proviamo a tracciare uno sguardo ai tornei del circuito Challenger che si sono giocati la scorsa settimana provando a tracciare un quadro dei cosiddetti buoni e cattivi per ogni torneo.

Come ad esempio al Challenger giocato nella suggestiva cornice di Shanghai (Cina), dove la strada per arrivare al vincitore dello Shanghai Rolex Masters è iniziata la scorsa settimana, con il 18enne Yoshihito Nishioka al suo primo ATP Challenger Tour proprio in terra cinese. In quello che era un fine settimana epocale per il tennis giapponese (per l’exploit di Kei Nishikori), Nishioka ha conquistato il titolo poche ore dopo che proprio il connazionale Kei Nishikori avesse raggiunto la sua prima finale del Grande Slam agli US Open. Il giovane nipponico ha salvato un match point nella finale giocata domenica contro Somdev Devvarman terminata 6-4, 6-7 (5), 7-6 (3). Devvarman ha salvato un match point nel secondo set e servito per il match sul 5-3, ma è stato tutto vano nonostante le tre ore e quattro minuti – la finale più lunga dell’anno sul circuito Challenger.

A 18 anni e 11 mesi, Nishioka è il più giovane titolista giapponese dai tempi di Nishikori che issò il suo primo trofeo nel 2008. E’ il quarto adolescente a trionfare quest’anno e secondo in altrettante settimane. Il giapponese ha aumentato di 78 punti arrivando al No. 167 nella classifica ATP Emirates.

Al Claro Aprire Medellin (Colombia): Austin Krajicek ha vinto il suo primo torneo ATP Challenger Tour. Dopo ben 41 tornei giocati dal 2009, il 24enne ha prevalso 7-5, 6-3 su Joao Souza sulla terra di Medellin, diventando il settimo americano ad uscire vincitore in un torneo del circuito Challenger quest’anno. Souza, che ha ad ogni modo ben figurato durante tutto il torneo, aveva salvato quattro match point nel terzo set contro Jose Hernandez al secondo turno.

In Francia, al Trophée des Alpilles (St. Remy, Francia)  Nicolas Mahut è diventato il quarto  francese a vincere sul terreno di casa a St. Remy negli ultimi quattro anni, superando il connazionale Vincent Millot 6-7 (3), 6 4, 6-3 in finale. Il 32enne, che ha vinto titoli consecutivi ATP World Tour sull’erba di ‘s-Hertogenbosch e Newport lo scorso anno,  ha catturato il suo 11 ° ATP Challenger Tour.

Al Tean International (Alphen aan den Rijn, Paesi Bassi) Jesse Huta Galung ha trionfato ancora una volta nella città olandese. Il 28enne ha negato la gioia del trionfo a Daniel Munoz-de la Nava battendolo 6-3, 6-4. Huta Galung, che si è qualificato per l’ultimo anno agli ATP Challenger Tour Finals dopo aver vinto quattro titoli, possiede un record di 21-4 ad Alphen. Record!

Si è giocato anche in Italia (Genova) dove l’ex n ° 38 del mondo Albert Ramos-Vinolas ha trovato una seconda casa in Italia, rivendicando il suo secondo titolo in tre finali sul suolo italiano di quest’anno. Lo spagnolo ha avuto bisogno solo di 73 minuti per avere la meglio su Mate Delic 6-1, 7-5 nella città della Lanterna. Ramos ha vinto il suo primo titolo in tre anni a Milano nel mese di giugno. Per Delic, è stata la seconda finale dopo aver battuto il nostro Simone Bolelli a Vercelli all’inizio di quest’anno. In totale, 20.000 spettatori hanno assistito al torneo al Valletta NastaseCambiaso. Non male per un torneo che punta a crescere sempre più.

Al BRD Brasov Challenger (Brasov, Romania) il top-seeding Andreas Haider-Maurer è diventato il sesto giocatore negli ultimi dieci anni a completare tre vittorie in altrettanti tornei per quanto concerne il circuito ATP Challenger Tour. Il 27enne austriaco ha vinto il suo settimo titolo in 12 finale, solo Gilles Muller (45) e Go Soeda (31) hanno vinto più partite quest’anno.


Nessun Commento per “UNO SGUARDO AI TORNEI CHALLENGER, ECCO LE ULTIME NOVITA'”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.