URAGANO CAMILA GIORGI: VOGLIO ARRIVARE FINO IN FONDO

E' lei la sorpresa di giornata: "Ovvio che vorrei arrivare fino in fondo. Il passato è alle spalle, questo è il presente e il mio unico obiettivo è quello di giocare il più possibile". "La pressione? Per me è positiva"
martedì, 13 Maggio 2014

TENNIS – Camila Giorgi eroina di giornata. Camila Giorgi al solito tanto combattiva in campo quanto riservata e timida davanti a un microfono. Camila Giorgi e quei 22 anni da offrire con un sorriso dolcissimo e le braccia potenti. Dominika Cibulkova cade 64 76 e Camila diventa la beniamina del Foro Italico, in questo martedì agli Internazionali Bnl d’Italia dove vince anche la pioggia. A mezzogiorno però è uscito il sole, che somiglia molto al sorriso della tennista bionda notata in tenerissima età da Nick Bollettieri. In conferenza stampa, frasi brevi e tanta felicità. C’è anche il papà argentino Sergio, che bisticcia con qualcuno per via di un vecchio articolo.

PARTITA – Per il resto, tanto buon tennis dalle braccia di Camila Giorgi. “Ho avuto delle belle sensazioni. Certo, ho commesso qualche errore di troppo quando non dovevo ma sono andata bene”. Atmosfera insolita per Camila, ma “bella. Anzi, per me è la prima volta nel tabellone principale quindi è stato bellissimo”.

Non che la Giorgi non sia abituata ai grandi palcoscenici. Non che sia nuova all’impresa di battere una top 10: era già successo contro Maria Sharapova e Caroline Wozniacki. “Ma, sicuramente, qui al Foro Italico è meglio. Gioco in casa e capita una volta l’anno una tale situazione”.

FREDDA – Il segreto di Camila: determinazione e, nei momenti che contano, la freddezza. Che brivido però quando, sul 5-3 e servizio nel secondo set ha subito il ritorno della slovacca: 5-5, poi 6-6. Camila Giorgi, allora, si rivela cinica: “Mi sono piaciuta molto nel tie break quando dovevo chiudere”.

Ancora: “Ovvio che vorrei arrivare fino in fondo. Il passato è alle spalle, questo è il presente e il mio unico obiettivo è quello di giocare il più possibile”.

Ora  sotto con Christina McHale, la statunitense che ha sconfitto 63 46 61 la romena Sorana Cirstea. E se il Foro Italico si facesse “sentire”? “Condizionamenti?! La pressione per me è positiva. La gente viene a vederti, ti sostiene. E questo non è negativo, bensì l’esatto contrario. Per quanto riguarda la McHale penso mi somigli. Gioca molto da fondo, corre tanto”. Corre molto anche Camila, tanto cuore nelle scarpe e su quella racchetta.

Foto: Felice Calabrò


Nessun Commento per “URAGANO CAMILA GIORGI: VOGLIO ARRIVARE FINO IN FONDO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.