URAGANO, FINALE ANTICIPATA A NEW HEAVEN

Un torneo un po' sfortunato quello di New Heaven, che nei suoi 22 anni di storia ha dovuto affrontare diverse emergenze naturali, dalla pioggia all'invasione delle formiche volanti
venerdì, 26 Agosto 2011

New Heaven (Stati Uniti) – E dopo il terremoto ora a preoccupare è l’uragano Irene, che a breve si abbatterà sulla costa est degli Stati Uniti. Ma se all’evento tellurico era impossibile prepararsi, in vista dei forti venti in arrivo la direzione del torneo di New Heaven – come ha riportato l’ Associated Press –  ha deciso di anticipare alle ore 13 locali di sabato 27 la finale prevista per le ore 17.

“La decisione – ha spiegato la direttrice del torneo Anne Worcester –  è stata presa non solamente per garantire l’effettivo svolgimento del gioco, ma anche per mettere in sicurezza tutti coloro che lavorano al torneo. Inoltre bisogna fare un lungo lavoro di “smontaggio” : solo per i tabelloni segnapunti ad esempio ci vogliono sei ore… quindi bisogna calcolare attentamente i tempi”.

Questo è il secondo evento naturale della settimana che costringe gli organizzatori dell’evento a piegarsi ai ritmi della natura, già martedì la scossa di terremoto che aveva colpito la Virginia aveva interrotto i match per circa due ore: dopo l’evacuazione del centro sportivo infatti, i tecnici hanno dovuto analizzare le strutture dell’impianto prima di poter permettere al pubblico di tornare sulle gradinate.

Nei ventidue anni di storia del torneo tuttavia sono stati diversi gli episodi di questo genere che hanno visto protagonista il torneo: nel 1992 ad esempio le forti piogge crearono fessure sui campi da gioco,  ritardando in maniera notevole lo svolgimento delle partite. L’anno successivo invece fu la volta dell’invasione delle formiche volanti, la cui eliminazione portò a lunghi rinvii nell’ordine di gioco.

“Sarebbe stato meglio non avere mai quelle pioggie, né l’uragano due anni fa, come tanto meno il terremoto martedì. Ma quando organizzi eventi sportivi di questo tipo all’esterno, sono rischi che corri”.

Ovviamente non tutti i mali vengono per nuocere. Infatti anche dalla serie di difficoltà incontrate in questi giorni sul cemento americano, c’è chi ha saputo trarne beneficio, realizzando a breve giro una serie di gadget che ricordano le intemperanze naturali vissute.

Oggetto del desiderio magliette e cappelli con la scritta che riporta: “I Survived the 2011 New Haven Open. Neither Rain, Nor Hurricane, Nor Earthquake Can Steal the Show.”

(Sono sopravvissuto al New Heavne Open 2011. Né la pioggia, né l’uragano, né il terremoto, sono riusciti a fermare lo spettacolo).

Come dargli torto?


1 Commento per “URAGANO, FINALE ANTICIPATA A NEW HEAVEN”


  1. smashone ha detto:

    per l’organizzatore…grattazzio pallorum omnia mala fugat!


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.