US OPEN: AL MEDIA DAY PARLANO SEI CAMPIONI

TENNIS – L’annuale Media Day prima degli US Open ha raccolto le dichiarazioni di sei eccezionali campioni tra i quali Roger Federer, Rafael Nadal, Andy Murray e Novak Djokovic per gli uomini e Serena Williams, Samantha Stosur e Victoria Azarenka per le donne.

Tennis. New York – Siamo ormai ai blocchi di partenza degli US Open 2013. Come ogni anno, oltre all’Arthur Ashe Kids’ Day e a svariati eventi in giro per il Billie Jean King Tennis Center si è svolta anche la giornata annuale del Media Day, caratterizzata dalle dichiarazioni degli ultimi sei vincitori, tra cui i campioni in carica Serena Williams e Andy Murray, che offrono i loro pensieri a tutto campo. Il sito ufficiale dello slam ha raccolto alcune delle citazioni più colorate.

“Questo è il bello della mia carriera, non ho bisogno di fare più niente. Tutto quello che faccio da questo momento in poi è solo un bonus. In realtà lo è da ieri”, ha detto Serena Williams, vincitrice di quattro titoli agli US Open e 16 corone totali del Grande Slam, quando gli viene chiesto se vincere un secondo titolo del Grande Slam, oltre il Roland Garros di quest’anno, renderebbe il 2013 un grande anno.

“Non guardo mai indietro, davvero. Guardo sempre avanti. La mia testa non si gira mai”, dice Victoria Azarenka, riflettendo sul suo US Open 2012 quando in finale ha avuto la possibilità di servire per il match contro la vincitrice finale Serena Williams.

“Non importa quante volte hai dominato, in qualsiasi modo tu ti senta, puoi andare avanti e pensare che vada tutto bene, puoi rivivere tutti quei grandi ricordi e sperare che accadano di nuovo”, ha confessato Samantha Stosur, campionessa degli US Open 2011 che giocherà l’evento di quest’anno come testa di serie n°11.

“Non ci si può aspettare che qualcuno rimanga sempre ai più alti livelli. È normale che ci siano alti e bassi. Ecco perché questo sport è, alla fine, molto esigente fisicamente, mentalmente ed emozionalmente. In qualsiasi modo la giri, è uno sport che chiede da un tennista tutto l’impegno possibile sotto ogni aspetto. È per questo che ci piace. Ci dà molto, ma, si sa, in cambio devi lavorare molto duramente per essere il migliore del mondo.” Queste le parole del n°1 del mondo Novak Djokovic parlando dell’altalenante anno del cinque volte campione degli US Open, Roger Federer.

“Essere al n° 7 non credo sia un enorme calo dal n°4, ma la gente può dire quello che vuole. L’importante è che mi concentri sul mio gioco, che lavoro nel modo giusto, che sia pronto. Allora mi sentirò di poter vincere un torneo”, ha detto Roger Federer, che partirà come testa di serie n°7 nei prossimi US Open, il suo seeding più basso dal lontano 2002.

“L’anno scorso ho visto questo evento in TV. Quest’anno ho avuto la possibilità di essere qui. … Posso perdere, posso vincere, ma l’unica cosa che è sicura è che io mi sto allenando meglio che posso e che vado a competere con tutto quello che ho”, ha detto Rafael Nadal, che ha saltato gli US Open 2012 a causa di un infortunio al ginocchio, sulle sue possibilità di vittoria nel 2013.

“L’anno scorso era così importante che non mi sono necessariamente divertito tanto quanto avrei dovuto. Così, quando sono tornato ad allenarmi sull’Arthur Ashe, i ricordi sono riaffiorati ed è stato bello”, ha detto il campione in carica Andy Murray, che inizierà la sua difesa del titolo giocando il suo primo turno mercoledì.

La storia recente degli US Open, nel singolare maschile, ha visto Roger Federer vincitore per cinque anni consecutivi, dal 2004 al 2008 e da quest’anno in poi lo slam di New York ha avuto cinque diversi vincitori: 2008 Roger Federer (come abbiamo già detto), 2009 Juan Martin Del Potro, 2010 Rafael Nadal, 2011 Novak Djokovic e 2012 Andy Murray. Super- nomi anche negli ultimi cinque anni del singolare femminile, con splendide campionesse: 2008 Serena Williams, 2009 e 2010 Kim Clijsters, 2011 Samantha Stosur e 2012 Serena Williams. I bookmakers e gli statisti sono già scatenati.


Nessun Commento per “US OPEN: AL MEDIA DAY PARLANO SEI CAMPIONI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • AZARENKA: “IL GRUNTING C’È IN QUALSIASI SPORT!” TENNIS – In un’intervista rilasciata ad AFP poco dopo la finale degli US Open persa contro Serena Williams, la bielorussa Victoria Azarenka confessa di essere infastidita dal fatto che si […]
  • VERSO MELBOURNE: UNO SGUARDO ALLE QUOTE Parte oggi la nuova sezione betting targata tennis.it. I primi pronostici sono per l'Australian Open 2013 a meno di un mese dall'inizio del torneo. Scopri chi sono, secondo noi, i favoriti […]
  • GENNAIO, TUTTO PARTE DALL’AUSTRALIA Come d’abitudine la stagione tennistica si aprirà nelle ex colonie britanniche (eccezion fatta per i tornei di Doha e Chennai), quando nel mese di Gennaio sarà da poco iniziata l’estate. […]
  • FARINA: “FEDERER, TIFO PER TE” Si parla di Australian Open, ma non solo, nell’intervista esclusiva rilasciata a Tennis.it da Silvia Farina Elia, ex giocatrice e attuale voce tecnica di Eurosport. Ma il suo Slam preferito era…
  • IL MEGLIO E IL PEGGIO DEL 2013 Il tennis è sport serio e talvolta serioso. Tuttavia, ogni anno, la stagione regala agli appassionati scene da ricordare nel bene e nel male. Per il pubblico sono sorrisi, per gli arbitri […]
  • SHARAPOVA: “MENTIREI SE DICESSI DI NON ESSERE PREOCCUPATA” Tennis – La russa Maria Sharapova incontrerà Serena Williams nella finale del Roland Garros che si giocherà sabato pomeriggio. Le atlete hanno rilasciato qualche dichiarazione dopo le […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.