US OPEN, BI-SLAM PER JAMIE MURRAY E BRUNO SOARES

Lo scozzese, fratello maggiore del due volte medaglia d’oro alle Olimpiadi, e il doppista brasiliano travolgono in finale agli US Open Carreno e Garcia.
sabato, 10 Settembre 2016

TENNIS – Non deve essere facile per la famiglia Murray gestire la bacheca dei trofei. Il “piccolo” di casa, Andy, è reduce dall’oro alle Olimpiadi di Rio 2016, ma anche Jamie si difende alla grande e lo ha dimostrato quest’oggi. E se Andy è stato sorprendentemente eliminato da Kei Nishikori, ci pensa il fratello maggiore a fare gli onori di casa. È un vero e proprio trionfo per la coppia Murray-Soares la finale del doppio maschile degli US Open. L’insolita coppia anglo-brasiliana, che già aveva ben figurato in apertura di 2016 vincendo sia a Sidney, ma soprattutto agli Australian Open, ha superato il binomio iberico composto da Pablo Carreno-Busta e Guillermo Garcia-Lopez con un metto 6-2 6-3.

Un match sempre in controllo del duo internazionale, che ha sicuramente faticato di più a gennaio nel portare a casa il primo appuntamento dello Slam contro Nestor e Stepanek. Troppa la differenza in campo: sul cemento americano sono infatti bastati 78 minuti per decretare i successori dei transalpini Mahut ed Herbert. L’ideale passaggio di consegne tra la coppia tutta francese e quella composta da Jamie Murray e Bruno Soares è avvenuta in semifinale, con la vittoria dei secondi che ha di fatto spianato la strada verso il trionfo. Nell’ultimo atto degli US Open, arriva poi la partita perfetta: nonostante il caldo torrido all’Arthur Ashe, Murray e Soares, al primo incrocio con gli spagnoli, fanno valere la maggiore esperienza, e un’intesa nata ad inizio 2016 che ha portato ad record di 34 vittorie e 12 sconfitte.

Troppo fievole la resistenza degli iberici, che dopo un break iniziale appaiono in netta difficoltà durante i propri turni di battuta: sul servizio del più esperto dei due, Garcia Lopez, lo scozzese e il brasiliano costruiscono solchi decisivi e insormontabili. I continui cambi di marcia di Murray danno una sterzata decisiva al primo set, chiuso con un netto 6-2. Galvanizzati da quanto accaduto nel primo set, Jamie Murray e Bruno Soares volano anche in apertura del secondo, e sul 3-0 il match sembra già incanalato. Carreno e Garcia non gettano subito la spugna, ma a più riprese sembrano incapaci di imbastire una risposta in grado di scalfire le sicurezze degli avversari. Finisce dunque 6-2 6-3, e per Murray e Soares arriva il bis nell’edizione 2016 dello Slam.


Nessun Commento per “US OPEN, BI-SLAM PER JAMIE MURRAY E BRUNO SOARES”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.