US OPEN: DIVINA GIORGI, SPAZZA VIA LA WOZNIACKI

TENNIS – Camila Giorgi conquista l’Arthur Ashe Stadium. Con un tennis sublime rispedisce a casa la danese Caroline Wozniacki, ex n°1 del mondo, con il punteggio di 4-6, 6-4, 6-3 e si qualifica agli ottavi di finale.

Tennis, New York – L’anno deludente di Caroline Wozniacki nei major si è concluso con la sua seconda sconfitta consecutiva subita da una giocatrice al di fuori della top 100. Questa volta la carnefice è stata la n°136 del mondo, la nostra Camila Giorgi che con il punteggio di 4-6, 6-4, 6-3 ha guadagnato l’accesso agli ottavi di finale degli US Open. Brillante, perfetto, il tennis fatto vedere dalla Giorgi che ha giocato con un’aggressività imperturbabile tenendo in scacco la danese quasi per tutto il match. L’azzurra ha osato, mettendo a segno 46 vincenti e 45 errori non forzati in totale, mentre la Wozniacki ha colpito solo 13 vincenti e 27 errori non forzati.

La Wozniacki, testa di serie n°6, sembrava in controllo nelle prime fasi del match. Ha mantenuto i suoi errori non forzati solo a sei, esponendosi meno possibile e vincendo il primo set, 6-4. Ma questa strategia è diventata sempre più inefficace contro una Giorgi sempre più aggressiva e propositiva, che ha iniziato a spingere ad a rispondere con costanza ed efficacia ai servizi della danese e, alla fine del secondo set, ha tenuto a zero e strappato il servizio alla ex n°1, sempre a zero, portandosi a casa il secondo parziale con il punteggio di 6-4 e trascinando il match al terzo e decisivo set. Con un atteggiamento da top player Camila non si è fatta incantare. Dopo una grande lotta, nel terzo set si è portata di prepotenza sul 5-2, non riuscendo però a sfruttare tre match point sul servizio dell’avversaria. La Wozniacki ha salvato tutto e ha chiuso il game 5-3. Ma è stata solo una questione di minuti per la nostra stella che ha tenuto autorevolmente il servizio e ha chiuso 6-3 l’ultimo set con uno spettacolare vincente di dritto.

Gara molto tattica. Le abilità difensive della Wozniacki, solitamente, riescono a domare anche gli attaccanti più spregiudicati ma la Giorgi ha trovato linee, angoli, passanti e qualsiasi tipo di altro colpo capaci di spiazzare anche la miglior difenditrice del circuito. La Wozniacki si è rifiutano di intervenire, di prendere più rischi e cercare vincenti, quasi aspettando che l’azzurra, prima o poi, la smettesse di attaccare con costanza e precisione. Nel suo secondo main draw agli US Open, la Giorgi ha eguagliato il suo miglior risultato in uno slam, dopo aver raggiunto il quarto round anche a Wimbledon l’anno scorso ma allora si ritirò dai successivi tornei a causa di un problema alla spalla. Da allora, questo è il suo primo torneo in perfetta salute. L’attuale n°136 del mondo ha già vinto sei partite, comprese le tre di qualificazione, e adesso rimarrà a New York anche la seconda settimana.

Ennesimo derby azzurro a Flushing Meadows. La prossima avversaria di Camila sarà infatti la testa di serie n°10 Roberta Vinci, che ha vinto contro la connazionale Karin Knapp, 6-4, 6-3. Non avendo mai raggiunto la seconda settimana nei sui primi 30 Grandi Slam, la Vinci ha ormai raggiunto la seconda settimana in cinque dei suoi ultimi sei tornei del Grande Slam, l’unica volta che è uscita prima degli ottavi di finale è stata quest’anno agli Australian Open. Sarà il primo incontro tra Vinci e Giorgi. Dal canto suo, la Wozniacki è la terza tra le otto teste di serie ad essere state eliminate alla prima settimana degli US Open, dopo la testa di serie n°4 Sara Errani (che ha perso al secondo turno) e la n°7 Petra Kvitova (che ha perso al terzo turno).


3 Commenti per “US OPEN: DIVINA GIORGI, SPAZZA VIA LA WOZNIACKI”


  1. Stefano ha detto:

    Io parlo di ciò che ritengo opportuno parlare. Se si commettono delle imprecisioni mi sento di evidenziarle, non fare l’acidona 😀 Senza cattiveria 😉

  2. Consuelo Motta ha detto:

    La Giorgi si ritirò dai tornei successivi ma nella foga pare che abbia scritto che si ritirò da Wimbledon. Grazie come sempre per le tue puntuali segnalazioni. Oltre alle correzioni potresti anche parlare di tennis. Grazie comunque per la tua assiduità di lettore! E mi chiamo Consuelo, con la L 🙂

  3. Stefano ha detto:

    Consueto Motta scrive: “la Giorgi ha eguagliato il suo miglior risultato in uno slam, dopo aver raggiunto il quarto round anche a Wimbledon l’anno scorso ma allora si ritirò dal torneo a causa di un problema alla spalla”.
    Non è assolutamente vero che si ritirò dal torneo, dato che la Giorgi fu eliminata negli ottavi dalla Radwanska, 6-2, 6-3. Dove l’hai visto il ritiro???


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.