US OPEN: DJOKOVIC E MURRAY AVANTI VELOCE, SI SALVA RAONIC

Giornata tranquilla per i big del circuito: oltre a Djokovic e Murray bene anche Tsonga, Nishikori e Isner.
venerdì, 29 Agosto 2014

Tennis. Con la fase calda dell’edizione 2014 degli US Open che si avvicina. i big non vogliono farsi cogliere impreparati e, fino ad ora, hanno offerto prestazioni convincenti e soprattutto vincenti. Su tutti i più attesi della serata, ovvero Novak Djokovic ed Andy Murray che si sono trovati opposti rispettivamente al francese Paul-Henri Mathieu ed al tedesco Matthias Bachinger. Entrambi i match sono stati senza storia, con Bachinger che ha saputo resistere fino all’ultimo riuscendo comunque a conquistare 10 games in tre soli set, mentre Djokovic su Mathieu ha messo a referto uno score di 18 games a 4 chiudendo la pratica in appena un’ora e ventotto minuti.

Niente da segnalare neanche negli incontri che hanno visto protagonisti Jo Wilfried Tsonga, Kei Nishikori ed il padrone di casa John Isner: il francese recentemente vittorioso a Toronto ha superato senza problemi il kazako Alexandr Nedovyesov con il punteggio di 6-3 6-4 6-4, mentre Nishikori è stato avvantaggiato dal ritiro dello spagnolo Pablo Andujar sul punteggio di 6-4 6-1 per il giapponese. John Isner ha invece avuto la meglio del giovane cannoniere teutonico Jan-Lennard Struff, sempre in tre set, ma dovendo contendersi il primo set fino a portarselo a casa con l’immancabile successo in un tie-break. Queste le sue dichiarazioni riguardo al clima, elemento cruciale ed estremamente variabile in questi giorni di US Open per via della diversa umidità aregistrata anche solo tra ieri ed oggi:<<Per quanto riguarda il meteo, oggi le condizioni sono state perfette. Non era umido come ieri, non era troppo caldo, anche se il vento talvolta ha reso le cose difficili. Riguardo al match, credo sia cambiato definitivamente sul 4-4 nel secondo set, quando sono riuscito a strappare il break indirizzando l’incontro dalla mia parte. Come mi è successo molte volte ho vinto il tie-break del primo set avente un’importanza cruciale. Da quel punto in poi ho avuto la giusta carica e sono riuscito a chiuderla in tre set, per cui bene così.>>

Si ferma al secondo turno la comunque positiva esperienza del giovane croato 17enne Borna Coric, sconfitto in 4 set da Victor Estrella Burgos che, con i suoi 34 anni, segna esattamente il doppio dell’età del suo giovanissimo avversario. Stupisce non poco lo spagnolo Pablo Carreno-Busta che supera la scheggia impazzita Benoit Paire; come lui sorprendono anche Alex Kuznetsov, che sconfigge Fernando Verdasco, e Peter Gojowczyk il quale ha fatto sudare le classiche “sette camicie” al canadese Milos Raonic, sempre più votato all’attacco anche grazie al preziosissimo apporta di Ivan Ljubicic.

 


Nessun Commento per “US OPEN: DJOKOVIC E MURRAY AVANTI VELOCE, SI SALVA RAONIC”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.