US OPEN, FINALI JUNIORES: TRIONFANO DAY ED AUGER-ALIASSIME

Vittorie schiaccianti sia in campo maschile che femminile, a livello juniores in questi Us Open
lunedì, 12 Settembre 2016

Tennis. Gli Us Open sono terminati anche per la categoria juniores, che non ha visto giungere all’ultimo atto nessuna delle primissime teste di serie ma ciò nonostante, contro pronostico, ha visto terminare le due finale in modo piuttosto netto sia in campo maschile che femminile.

New York assiste forse alla nascita di un nuovo talento, quella della diciassettenne Day, testa di serie n.5, che festeggia la vittoria agli Us Open contro la slovacca Kuzumova testa di serie n.13 del seeding. Per l’americana un successo netto per 6-3, 6-2 sicuramente figli della stanchezza della rivale che ha terminato il proprio match precedente appena 16 ore prima per 7-6 al terzo. La Day aveva anche disputato il torneo principale con una wild card cedendo alla Keys dopo aver superato il primo turno per ritiro della Brengle. “Ero molto nervosa nel primo set e non credevo pienamente nelle mie possibilità. Poi, all’inizio del secondo e soprattutto dopo la sosta dovuta al caldo, ho acquistato più fiducia ed ho lasciato andare di più i miei colpi“, ha affermato nel post-match la giocatrice a stelle e strisce.

In campo maschile invece vittoria ancor più netta del sedicenne canadese Auger-Aliassime, testa di serie n.6,  che si è sbarazzato col netto score di 6-3, 6-0 del serbo Kecmanovic, testa di serie n.6. Il talento di questo ragazzo pare fuori discussione e prestissimo potremmo vederlo nel circuito Pro: per lui non è un exploit isolato, aveva già quest’anno disputato una finale Slam, quella persa al Roland Garros.


Nessun Commento per “US OPEN, FINALI JUNIORES: TRIONFANO DAY ED AUGER-ALIASSIME”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.