GLI US OPEN SI RIFANNO IL TRUCCO

Previsti nei prossimi anni una serie di lavori di rinnovamento. Nuovi stadi e soprattutto un nuovo volto all'impianto americano. Il dubbio però rimane: l'Arthur Ashe...
martedì, 16 Novembre 2010

Roma – Se Parigi ancora non ha deciso la sorte del Roland Garros, in America il Billie Jean King National Tennis Center subirà nei prossimi anni diverse modifiche.

Secondo quanto riportato da Tennis.com il Louis Armstrong Stadium verrà demolito e ricostruito ed ha questo saranno aggiunti due nuovi mini stadi, che nel futuro saranno dotati di tetto retrattile. Il costo dell’intera operazione si aggira intorno ai 300 milioni di dollari e il primo dei due nuovi mini stadi sarà pronto per l’edizione 2012 degli Us Open

La demolizione del Louis Armstrong Stadium non inizierà nell’immediato, ma sarà effettuata nei prossimi 6-8 anni e la stessa sorte toccherà al “Grandstand”. Attualmente il primo accoglie 10.200 spettatori e la Usta vorrebbe realizzare uno stadio che contenga tra i 12.000 e i 14.000 posti, mentre il Grandstand, che può ospitare 6.100 persone, verrà rimpiazzato dal secondo mini stadio e dovrebbe contenere almeno 7.000 spettatori.

Ancora in dubbio i lavori che verranno effettuati sull’Arthur Ashe, il quale – rimanendo sulla scia dei nuovi progetti – dovrebbe essere coperto con un tetto. Il problema è che l’attuale stadio non potrebbe sostenere il peso di tale ammodernamento ed è quindi allo studio una risoluzione nel momento in cui non arrivassero finanziamenti esterni a sostegno di un’opera nuova.


Nessun Commento per “GLI US OPEN SI RIFANNO IL TRUCCO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.